amazon

Primo Piano

"Landolfi", ricorso al Tar: Avellino con Solofra

Ospedale "Landolfi", il comune di Avellino si è unito a quello di Solofra nel ricorso al Tar per impugnare la delibera regionale che ha rimodulato i servizi del nosocomio della cittadina conciaria. A renderlo noto il sindaco del comune capoluogo Gianluca Festa. L’avvocato Marcello Fortunato

amazon

Landolfi-Moscati, tagli e cuci di posti letto. Solofra dice addio al pronto soccorso

Ospedale Moscati - Landolfi con delibera di giunta la Regione ha ridisegnato i servizi offerti dalla città ospedaliera e dal nosocomio di Solofra. Per capire la portata della delibera licenziata dal governatore è necessario fare un raffronto con il decreto 29 del 2018 che accorpò Moscati e Landolfi. Iniziamo dai tagli. La delibera di giunta pubblicata sul burc di lunedì prevede la riduzione di 10 posti letto in pediatria. Tanti quanti sono i posti letto dell'unità operativa del Landolfi. Una sforbiciata arriva anche per Ostetricia e ginecologia. Tra Moscati e Landolfi ce ne sono in totale 56 - 18 a Solofra -. Ne dovranno essere tagliati 15. Anche in questo caso è possibile che si inizi da quelli del nosocomio della cittadina conciaria. Il Moscati perde i 4 posti di odontoiatria.
                   
Il Landolfi perde il pronto soccorso. Al suo posto un punto di primo soccorso. Si tratta comunque di una sperimentazione visto che il punto di primo soccorso dovrà garantire gli standard operativi esistenti. Non una novità. La direzione strategica del Moscati ha sempre ribadito che i cambiamenti rientrano nell’ottica di un potenziamento degli ospedali riuniti, permettendo di non disperdere le energie in due pronto soccorso, aumentando le capacità di quello di contrada Amoretta e assicurando comunque un presidio presso il Landolfi. Incremento di 22 i posti letto di terapia intensiva. Ci sono anche i 4 posti letto di Solofra già previsti nel 2020.
 
E l’istituzione di 10 di chirurgia toracica, 2 di medicina del lavoro, 2 di medicina nucleare, l’aumento di 5 posti per lungodegenza e 10 di riabilitazione. Un tagli e cuci di posti letto a somma zero visto come si legge nella delibera di giunta regionale 201 del 19 maggio: "tale rimodulazione non comporta variazioni nel numero complessivo di posti letto programmati a livello regionale, né variazioni nel numero di posti letto programmati per l’AORN Moscati di Avellino, fatta eccezione per l’incremento dei 22 p.l. di terapia Intensiva previsti con DGRC 378/2020". Per capire come le indicazioni arrivate dal governatore De Luca si tradurranno in fatti bisognerà attendere la riadozione - entro il 30 giugno - dell'atto aziendale del Moscati. Il maggio intanto il sindaco Michele Vignola ha convocato a Palazzo Orsini la deputazione regionale, i sindaci di Montoro e Serino ed i sindaci che siedono nel comitato dell'Asl Avellino: "I consiglieri regionali ci dicano come dobbiamo interpretare questa delibera regionale"