Primo Piano

“Senza blocco dei licenziamenti in Irpinia 8mila esuberi. Rischia anche Solofra”

L’emergenza economica e sociale. “Se non sarà prorogato il blocco dei licenziamenti, in Irpinia si conteranno circa 8mila esuberi. Un dramma nel dramma che non potremo sopportare”.

Stretta di Natale, un sindaco irpino si "ribella" all'ordinanza di De Luca

Non ci sono solo i sindaci di Capri ed Anacapri ad aver detto all'ultima ordinanza del governatore De Luca in fatto di emergenza coronavirus. Anche Carmine De Angelis fascia tricolore di Chiusano San Domenico, in provincia di Avellino, dice no a De Luca e tiene aperti ristoranti e bar. De Angelis ha deciso di non applicare l'ordinanza regionale 98 del 19 dicembre 2020. Riconoscendo efficacia esclusiva del decreto n.172 del 18 dicembre 2020. "A tutto c’è un limite ma rendersi partecipe di scemenze normative No! Lo devo alla mia professione e allo Stato di diritto" ha scritto il primo cittadino su Facebook. Con propria ordinanza De Angelis ha disposto che con decorrenza 21 dicembre e fino al 6 Gennaio 2021 su tutto il territorio comunale, in virtù della scadenza il 19.12.2020 dell’ordinanza del Ministro della Salute del 5.12.2020, sono consentite, oltre agli esercizi commerciali legittimamente aperti, le seguenti attività:

- le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) dalle ore 5.00 fino alle ore 18.00;

- il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi; dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico;

- resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 22,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

Al Comando di Polizia Municipale il compito di intensificare i controlli sul territorio relativi al rispetto delle disposizioni afferenti al distanziamento sociale, all’utilizzo dei DPI, e a tutte le misure di contenimento per evitare la diffusione del virus COVID-19 previste dalla normativa nazionale vigente in materia.

amazon