Primo Piano

"Ospedale Landolfi, ai cittadini non serve la demagogia di qualche sindaco imbecille"

Il consiglio comunale sull'ospedale Landolfi di Solofra conclusosi con la riaffermazione di un secco "no" alla chiusura del pronto soccorso così come stabilito dall'ultima delibera della giunta regionale. Oggi arriva la risposta del governatore della Regione Campania che rimette in riga qualche "sindaco imbecille" e di chi "pensa di fare voti sulla pelle dei cittadini". "Il 30 giugno definiamo gli atti aziendali con le nuove funzioni che destiniamo anche all'ospedale di Solofra, ha detto il governatore nella sua consueta diretta Facebook del venerdì. A Solofra avremo la procreazione medicalmente assistita. Realizziamo un day surgery cioè una struttura per la piccola chirurgia. La grande chirurgia va al Moscati, non per cattiveria ma semplicemente perchè in questo modo si salva la vita delle persone. Perchè un conto è fare demagogia e dire imbecillità. Un altro conto è mandare in un reparto un cittadino che ha un problema serio ed anzichè m

Scuola, il tar boccia il sindaco Festa. I bambini possono tornare in classe

Avellino, il tar annulla l'ordinanza del sindaco Gianluca Festa. I bambini della scuola dell'infanzia e della prima e seconda classe della scuola elementare possono ritornare in classe. Il tribunale amministrativo regionale si è espresso sul ricorso presentato da otto genitori - rappresentati dall'avvocato Gianpaolo La Sala - di alunni che frequentano diversi istituti della città capoluogo. Il presidente del TAR ha sottolineato nel verdetto come non possa esserci sospensione dell’attività didattica in presenza senza alcuna evidenza sanitaria e che non basta il richiamo ad un situazione di "peculiare criticità". A queste condizioni secondo il Tribunale non appare giustificata neppure l’applicazione del principio di precauzione. Ora la sentenza dovrà essere notificata al comune di Avellino. Quindi toccherà a palazzo di città scegliere se procedere con un'altra ordinanza di sospensione, predisporre l'apertura delle scuole o impugnare la pronuncia del tar.
Una pronuncia, quella del tar, che potrebbe aprire le porte a nuovi ricorsi contro le ordinanze di altri sindaci che hanno deciso di tenere le scuole chiuse "senza alcuna evidenza sanitaria sulla sussistenza di una situazione di maggiore rischio locale rispetto ad un andamento epidemiologico regionale e nazionale in accertato miglioramento" come recita il provvedimento del Presidente Leonardo Pasanisi.

amazon