Primo Piano

“Senza blocco dei licenziamenti in Irpinia 8mila esuberi. Rischia anche Solofra”

L’emergenza economica e sociale. “Se non sarà prorogato il blocco dei licenziamenti, in Irpinia si conteranno circa 8mila esuberi. Un dramma nel dramma che non potremo sopportare”.

Covid, giornata nera in Irpinia: muore una 17enne

Non ce l’ha fatta Chiara, la giovanissima paziente di Avella ricoverata in terapia intensiva. La 17enne, positiva al nuovo Coronavirus e affetta da gravi patologie congenite, è deceduta al Covid Hospital dell’Azienda ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino, dove era ricoverata dal 23 novembre scorso. Il ricordo commosso di Domenico Biancardi sindaco di Avella e presidente della Provincia di Avellino: Chiara era una combattente. Una vera forza. Ha cercato di superare anche questo maledetto e temibile virus. Non è riuscita a sconfiggerlo. Ma Chiara non ha perso. Non è stata sconfitta, perché resterà per tutti noi un esempio di determinazione, caparbietà, voglia di vivere nonostante mille sofferenze. Resterà il suo favoloso sorriso, che coinvolgeva e dava forza. Dava forza a lei e a tutti noi. Abbracciamo la sua famiglia, altro straordinario esempio per la nostra comunità. Sicuramente non dimenticheremo la forza della nostra Chiara. Come amministrazione cercheremo di ricordarla con iniziative a lei dedicate. La ricorderemo per raccontare sempre a più persone ciò che lei ha saputo insegnarci. Grazie Chiara". Altre tre vittime del covid in Irpinia.Tra ieri sera e stamattina sono deceduti all’ospedale Moscati anche una 74enne di Parolise, un 82enne di Montoro ed un suo coetaneo di Pago del Vallo di Lauro.

amazon