Primo Piano

“Senza blocco dei licenziamenti in Irpinia 8mila esuberi. Rischia anche Solofra”

L’emergenza economica e sociale. “Se non sarà prorogato il blocco dei licenziamenti, in Irpinia si conteranno circa 8mila esuberi. Un dramma nel dramma che non potremo sopportare”.

Centro raccolta di via Misericordia, nessun abuso. Assolto Vignola

Centro raccolta rifiuti di via Misericordia a Solofra, arriva l'assoluzione con formula piena per il sindaco Michele Vignola assistito dall'avvocato Raffaele Tecce. Assoluzione anche per Francesco Russo ex presidente di Irpiniambiente e per due tecnici comunali questi ultimi accusati di aver rilasciato un certificato di destinazione urbanistica incompleto. Una vicenda che risale al 2013. Secondo la Procura della Repubblica di Avellino l'area dove è stato realizzato il centro di raccolta si trova in un'area sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale perché all'interno della fascia di rispetto delle acque pubbliche “Valle Solofrana” e “Vallone delle Grotticelle”. Al primo cittadino la Procura contestava di aver approvato con proprio decreto sindacale n°12249 del 22 luglio del 2013 la destinazione dell'area a centro di raccolta. Sempre al sindaco di Solofra ed a Russo contestato inoltre che il centro di raccolta è stato approvato e gestito in assenza di un piano particolareggiato di iniziativa pubblica o privata relativo all'intera zona territoriale omogenea. E senza il nulla osta dell'Autorità di Bacino pur insistendo in “area a rischio idraulico elevato potenziale”. Contestato il reato di attività di gestione rifiuti non autorizzata visto che secondo la Procura della Repubblica di Avellino ci sarebbe “aperta violazione della disciplina dei centri di raccolta dei rifiuti” ed “in assenza necessarie autorizzazioni ed iscrizioni, raccolta, stoccaggio e smaltimento di rifiuti solidi urbani e assimilati non pericolosi”. Con l'assoluzione con formula piena per il sindaco Michele Vignola e per gli altri imputati si chiude la vicenda giudiziaria legata alla struttura di via Misericordia diventata operativa nel giugno del 2014. Un progetto ereditato dall'amministrazione Guarino.  

amazon