Primo Piano

“Senza blocco dei licenziamenti in Irpinia 8mila esuberi. Rischia anche Solofra”

L’emergenza economica e sociale. “Se non sarà prorogato il blocco dei licenziamenti, in Irpinia si conteranno circa 8mila esuberi. Un dramma nel dramma che non potremo sopportare”.

In Campania si torna in classe il 24 novembre

La scuola in Campania riapre martedì 24 novembre 2020, almeno per quel che riguarda l’infanzia e prime classi della scuola primaria. La decisione è arrivata oggi, comunicata dall'Unità di Crisi della Regione Campania, a poche ore dalla scadenza dell'ordinanza firmata da Vincenzo De Luca che disponeva le attività didattiche a distanza per tutte le classi di ogni ordine e grado. La zona rossa Covid in cui la Campania è dal 15 novembre prevede la didattica a distanza solo per seconda e terza media , scuole superiori e università. La Campania ha fin dall'inizio disposto norme più restrittive. Ora dunque si attenderà il 24 novembre, saranno effettuati screening su base volontaria sul personale docente e non docente e sugli alunni . «Per gli ordini e gradi scolastici diversi, l’Unità di crisi regionale all’unanimità ha ritenuto di dover confermare la didattica a distanza» si legge nella nota dell'Ucr Campania.




amazon