amazon

Primo Piano

Pm10 e qualità dell'aria: Montoro e Solofra, che disastro!

Pm10 e qualità dell'aria: Montoro e Solofra, che disastro! A certificarlo sono le centraline della rete Aura che fanno capo all'osservatorio di Montevergine. Molte centraline attivate nell'hinterland avellinese registrano valori di PM10 prossimi o anche superiori a 50 microgrammi su metro cubo.

amazon

Covid, il Governo ci ripensa. La Campania è in zona gialla

Coronavirus, la Campania " a sorpresa" è zona gialla. Dopo aver ballato per tutto il giorno tra zona rossa e zona arancione, in diretta tv il presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte ha inserito la inserito la nostra regione nelle aree a rischio intermedio. E quindi non sarà sottoposta alle maggiori restrizioni previste per le aree arancioni e rosse. Il nuovo Dpcm entrerà in vigore il 6 novembre e non il 5 come originariamente previsto. I territori che vengono raggruppati nella area gialla devono rispettare le norme che nel Dpcm sono indicate per tutto il territorio nazionale. Prima fra tutti il coprifuoco, dalle 22 alle 5 (in un primo momento si era detto alle 21). "Dalle ore 22.00 alle ore 5.00 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È in ogni caso fortemente raccomandato, per la restante parte della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi". Un importante capitolo che distingue la zona gialla dalle altre due è poi quello degli spostamenti: tra queste regioni sono consentiti sempre gli spostamenti dei cittadini, che invece sono vietati da e verso le zone rosse e arancioni. All'interno dei territori che ricadono nella zona gialla sarà invece consentito spostarsi tra Comuni e tra Province. Si potranno varcare i confini regionali, purché le regioni accanto siano nella stessa situazione di rischio moderato. È comunque fortemente raccomandato a tutti i cittadini, per tutto l'arco della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o provati, se non per esigenze di lavoro o di studio, per motivi di salute o necessità.  
Per quanto riguarda invece l'attività di bar e ristoranti nelle regioni gialle, ovvero quelle a minor rischio, potrà proseguire, come è stato fino ad ora, fino alle 18, anche la domenica. Parrucchieri e barbieri non subiranno alcuno stop, nemmeno nelle zone rosse, trattandosi di attività che lavorano solo per appuntamento e nel rispetto di specifici protocolli. Nelle zone gialle quindi continueranno a funzionare normalmente. Chiudono invece per tutti i centri commerciali nei festivi e pre festivi, dunque per i week end, perché considerate zone in cui c'è un alto rischio di assembramento; ma rimarranno aperti negozi alimentari, farmacie, parafarmacie ed edicole che si trovano al loro interno. Chiudono invece in tutto il territorio nazionale corner per giochi e bingo in bar e tabaccherie. Tutti gli altri negozi restano aperti, nel rispetto delle norme anti Covid vigenti. Si fermano anche i musei e le mostre. La capienza consentita sui mezzi pubblici è stata portata dall'80% al 50%. Per quanto riguarda la scuola c'è un incremento ulteriore della didattica a distanza: si arriva al 100% di Dad per le scuole secondarie di secondo grado e terza media in zona gialla.