amazon

Primo Piano

"Landolfi", ricorso al Tar: Avellino con Solofra

Ospedale "Landolfi", il comune di Avellino si è unito a quello di Solofra nel ricorso al Tar per impugnare la delibera regionale che ha rimodulato i servizi del nosocomio della cittadina conciaria. A renderlo noto il sindaco del comune capoluogo Gianluca Festa. L’avvocato Marcello Fortunato

amazon

Solofrana, acqua nera. Borrelli: "Subito controlli"

Solofrana, acqua nera e schiuma.
Il torrente attira nuovamente l'attenzione degli ambientalisti. Il tratto incriminato è quello tra Solofra - a valle dell'impianto di depurazione che serve il distretto conciario - e Montoro.
Acqua nera e schiuma, prove di uno sversamento abusivo nel corso d'acqua.
Sul caso è intervenuto il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli che rilancia la necessità di attivare controlli immediati: "intervengano immediatamente le autorità per scongiurare gravi danni per la salute".
Nel pomeriggio di oggi - domenica 26 gennaio - le acque del torrente da nere sono diventate rosse. Dalla condotta che raccoglie l'acqua piovana dai piazzali delle industrie conciarie e la convoglia nel Solofrana - a monte del depuratore industriale -  è venuta fuori acqua rossa.
Che nel distretto conciario ci sia un problema con la rete fognaria industriale e con quella per le acque di piazzale è cosa risaputa. Infrastrutture che necessiterebbero di manutenzione per eliminare ostruzioni e perdite che fanno tracimare le acque dall'una all'altra condotta.
Interventi che però non arrivano. Ad intervenire dovrebbe essere la Codiso spa, società che si occupa della manutenzione della rete fognaria. Il condizionale è però d'obbligo. Codiso spa non ha fondi nonostante i crediti vantati nei confronti del comune di Solofra e della Cogei che per conto della Regione gestisce il depuratore consortile.
A rendere ancora più pesante la situazione c'è poi il fenomeno mai debellato degli sversamenti sversamenti industriali abusivi.
Paradossale la situazione via Turci tra Solofra e Montoro in pieno distretto industriale.
Un fiume di acqua rossa - a causa dell'ostruzione delle cunette per la raccolta delle acque piovane - ha invaso la strada provinciale. Alcuni cittadini sono riusciti a risalire ad un tubo per il deflusso dell'acqua piovana dal quale però veniva fuori acqua rossa e densa.
La situazione è stata segnalata ai carabinieri della stazione cittadina.