amazon

Primo Piano

"Landolfi", ricorso al Tar: Avellino con Solofra

Ospedale "Landolfi", il comune di Avellino si è unito a quello di Solofra nel ricorso al Tar per impugnare la delibera regionale che ha rimodulato i servizi del nosocomio della cittadina conciaria. A renderlo noto il sindaco del comune capoluogo Gianluca Festa. L’avvocato Marcello Fortunato

amazon

Ospedale Landolfi, ecco il documento approvato dai sindaci

Consiglio comunale congiunto degli amministratori di Solofra, Montoro e Serino sul tema sanità.

Ecco il testo del documento approvato all'unanimità dell'assise. Sindaci e consiglieri chiedono che:

  • vengano indicati in maniera certa e improcrastinabile i tempi, le modalità e le risorse per la attuazione del Decreto del Commissario Regione Campania n° 29/18, considerato che il decreto prevede la completa e dettagliata riorganizzazione dell’Ospedale Landolfi di Solofra, a seguito dell’annessione dello stesso all’Azienda Ospedaliera Moscati di Avellino, con particolare riferimento, e con immediatezza, all’aumento dei posti letto da 104 a 151 unità, ed al servizio di Pronto Soccorso; 
  • che venga approvato il Piano Aziendale dell’ospedale MOSCATI, fondamentale per l’attuazione del decreto n° 29/2018, comunicando, altresì, i motivi del grave ritardo che sino ad oggi ne hanno determinato la mancata approvazione;
  •  che venga immediatamente disposta: a) L’apertura del reparto terapia intensiva, con annessa rianimazione; b) Il trasferimento del reparto di geriatria; c) L’apertura del reparto di lungodegenza; d) Il trasferimento del servizio di recupero e riabilitazione funzionale; e) Il trasferimento del reparto di oculistica, con la costituzione di un polo di alta specialità per trapianti corneali; f) La riattivazione della partoanalgesia; g) Il ripristino dei posti letto e dei servizi del reparto ortopedia e del laboratorio analisi; h) La stipula di convenzioni con l’ASL per attività di screening, di medicina riabilitativa, di neurofisiopatologia.
  •  che si costituisca un tavolo tecnico-scientifico per la realizzazione, all’interno del nosocomio Solofrano di un reparto di degenza di Medicina del Lavoro, che tenda a studiare, a prevenire e a curare le patologie professionali sempre più in aumento nel nostro comprensorio territoriale; 5) CHE venga ripristinato il Distretto Sanitario di Montoro, attraverso una modifica dei parametri della legge 16/2008, ampiamente giustificata dalle problematiche ambientali del territorio di riferimento, oltre che dalla necessità di un monitoraggio costante delle nuove malattie professionali e derivanti da contesti ambientali, e di studi epidemiologici legati alle stesse, anche creando una rete fondamentale e di supporto principalmente con l’ Ospedale LANDOLFI di Solofra; 
  • che vengano immediatamente ripristinati, garantiti e potenziati i servizi sanitari di base all’interno del presidio Sanitario di Montoro (vaccinazioni, scelta e revoca del medico di base, consulenze specialistiche, esenzioni ticket, ecc.); 
  • che venga ripristinata una sede vaccinale e potenziata quella veterinaria di supporto nel Comune di Serino, al fine di soddisfare tutte le esigenze delle nostre tre comunità, potenziando il personale assegnato ed il numero di ore di specialistica ambulatoriale a servizio di tali strutture; 
  • che venga data attuazione al progetto di ristrutturazione e adeguamento del dipartimento di salute mentale di Solofra, finanziato dalla Regione Campania per la costituzione del servizio per il trattamento dei disturbi della condotta alimentare, e che l’ASL Avellino fornisca dati certi in merito allo stato del relativo procedimento; 
  • che venga garantita la prosecuzione dei corsi di laurea per le discipline di tecniche ambientali e di formazione di medicina generale; 10) CHE vengano, più in generale, ottimizzati tutti i servizi di medicina territoriale afferenti ai Comuni dell’Ambito A5.