amazon

Primo Piano

"Landolfi", ricorso al Tar: Avellino con Solofra

Ospedale "Landolfi", il comune di Avellino si è unito a quello di Solofra nel ricorso al Tar per impugnare la delibera regionale che ha rimodulato i servizi del nosocomio della cittadina conciaria. A renderlo noto il sindaco del comune capoluogo Gianluca Festa. L’avvocato Marcello Fortunato

amazon

Aste e clan Partenio: "Ho perso la mia conceria perchè non ho ceduto a questa gente"

"Delinquenti che hanno monopolizzato il mercato delle aste immobiliari, acquistando a prezzi stracciati molti immobili a Solofra".
A parlare è un imprenditore solofrano. L'uomo ha raccontato la sua storia ai carabinieri ed al magistrato John Woodcock.
La conceria di proprietà dell'imprenditore è finita all'asta.
Viene contattato da Armando Aprile: 70mila euro per poter rientrare in possesso dell'immobile.
Se l'imprenditore avesse pagato, Aprile avrebbe fatto in modo che all'asta per l'acquisto dell'opificio non avrebbe partecipato nessuno a parte l'imprenditore.
Quei 70mila euro però non sono stati pagati: "sono un onesto lavoratore e non cedo a simili richieste" spiega agli inquirenti l'imprenditore.
Alla fine l'uomo ha perso la sua conceria perchè - come ha dichiarato - " non avendo ceduto alle pretese dei 'tre tre' ho perso la mia fabbrica che è stata acquistata da questa gente". Non solo. Nel verbale viene evidenziato come Armando Aprile e Livia Forte si muovessero nelle aule giudiziarie con grande familiarità.
L'inchiesta è quella sulle aste giudiziarie legate al Clan Partenio 2. L’antimafia di Napoli indaga su procedure che sarebbero state alterate, anche grazie a una serie di intimidazioni.
Già nei mesi scorsi gli inquirenti della direzione distrettuale antimafia avevano segnalato la delicata situazione solofrana, dove usura e immobili all’asta sono stati l’inevitabile epilogo di una gravissima crisi economica.