amazon

Primo Piano

"Landolfi", ricorso al Tar: Avellino con Solofra

Ospedale "Landolfi", il comune di Avellino si è unito a quello di Solofra nel ricorso al Tar per impugnare la delibera regionale che ha rimodulato i servizi del nosocomio della cittadina conciaria. A renderlo noto il sindaco del comune capoluogo Gianluca Festa. L’avvocato Marcello Fortunato

amazon

Sanità Campania, da Cdm ok a Piano per uscita commissariamento

Sanità campana fuori dal commissariamento.
Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Piano triennale 2019-2021 (clicca qui per scaricare il piano) di sviluppo e riqualificazione del Servizio sanitario regionale della Campania, ai fini dell’uscita dal commissariamento incaricando i Tavoli di monitoraggio di verificare il recepimento, da parte della Regione, di quanto contenuto nel Piano.
Il Piano rappresenta la garanzia che “nel triennio 2019-2021 la Regione Campania intende proseguire nel modello di verifica e controllo trimestrale, così come condotto finora dai Ministeri affiancanti, per uno stretto monitoraggio degli indicatori economico- finanziari e sanitari, facendo proprio il sistema finora condiviso con i Ministeri, con uguale rigore metodologico e periodicità prestabilita”.Soddisfatto il governatore della Regione Campania - Vincenzo De Luca - che parla di risultato storico: "Il Consiglio dei Ministri ha decretato la fine del commissariamento. Dopo dieci anni per la Campania è un risultato storico, che apre una nuova stagione per la Sanità campana. Ringrazio il Governo, il Presidente del Consiglio, i ministri dell'Economia e della Salute. E ringrazio vivamente le centinaia e centinaia di dirigenti, medici, dipendenti che con il loro impegno hanno consentito di raggiungere questo risultato straordinario. Faremo nei prossimi giorni un'assemblea per ringraziare tutti, e per rilanciare nuovi obiettivi di avanzamento nell'organizzazione sanitaria" conclude De Luca.
Ecco i driver fondamentali su cui sviluppare la sanità campana nel prossimo triennio 2019-2021, i capitoli principali: Mantenimento dell’equilibrio economico; Miglioramento della qualità dell’assistenza (verificata attraverso adempimenti LEA, griglia LEA, Piano esiti e tutti gli indicatori di performance previsti a livello nazionale); Equità, omogeneità, garanzia dell’accesso alle cure; Informatizzazione e costruzione delle reti assistenziali; Riorientamento dell’assistenza nella dimensione territoriale ed intermedia; Ammodernamento tecnologico ed edilizio; Arruolamento e formazione continua del personale; Riduzione della mobilità passiva.
Il nuovo paradigma intorno al quale ruota l’intero Piano 2019-2021 (clicca qui per scaricare il piano) è costituito dal “Paziente al Centro del Sistema”, paziente/cittadino che diventa il fattore chiave per migliorare l’intero sistema sanitario regionale. L’assistenza centrata sul paziente significa rispetto e attenzione ai suoi bisogni, ai suoi valori a garanzia delle decisioni cliniche prese in suo favore.