Primo Piano

“Senza blocco dei licenziamenti in Irpinia 8mila esuberi. Rischia anche Solofra”

L’emergenza economica e sociale. “Se non sarà prorogato il blocco dei licenziamenti, in Irpinia si conteranno circa 8mila esuberi. Un dramma nel dramma che non potremo sopportare”.

Solofra, ecco i primi agrihost d'Italia

Diplomati in Campania i primi “agrihost” d’Italia, nuova figura professionale ideata e promossa da Coldiretti e Terranostra negli agriturismi aderenti alla rete Campagna Amica. Sono 42 e arrivano da tutte le province, dall’Appennino al Cilento, dal Vesuvio all’isola d’Ischia. Il corso – cconclusosi nella serata di ieri a Solofra – ha l’obiettivo di accrescere le competenze di management degli operatori agrituristici nella gestione dell’ospitalità. Un percorso di formazione già avviato con successo grazie alla figura dell’agrichef, il cuoco contadino. L’agrihost è il manager dell’agriturismo, addetto all’accoglienza ma anche allo storytelling dei valori dell’azienda agricola e all’organizzazione di percorsi di turismo esperienziale. Ecco gli “agrihost” della provincia di Avellino: Ferdinando Del Vecchio dell’agriturismo Cecauciello (Nusco), Adelina Romano dell’agriturismo La Fortezza (Ariano Irpino), Sergio Acampora e Nadi Alves Acunzo dell’agriturismo Rocca Normanna (Fontanarosa), Francesca Barbato dell’agriturismo Casa Barbato (Montoro), Lucia De Palma e Giuseppe Resce dell’agriturismo Oasi Masseria Sant'Elia (Casalbore), Antonio Giannasca dell’agriturismo Giannasca (Grottaminarda), Giovanna Russo e Anna Borreca dell’agriturismo Barbati (Roccabascerana), Maria Buonanno dell’agriturismo Terranova (Solofra).

amazon