Primo Piano

Vaccini anticovid nelle aziende agricole, si parte da Montoro

Vaccini nelle aziende agricole, anche l'Irpinia è pronta. Una iniziativa nata dalla collaborazione tra Coldiretti ed Asl Avellino. Questa mattina taglio del nastro per l'hub vaccinale attivato presso la Gb Agricola.

Amministrative Montoro, odio social contro la candidata con il velo

A Montoro la campagna elettorale inizia all’insegna dell’intolleranza e dell’aggressione social. A finire nel mirino degli odiatori del web è finita la giovane Assiya Nasri candidata alla carica di consigliera comunale tra le fila del Movimento cinque stelle.
Nel “santino” elettorale pubblicato su Facebook la 20enne musulmana indossa il velo. A poco o nulla è servita la “presentazione” della giovane fatta dalla candidata sindaco Silvia Romano che la descrive come “una laureanda in Matematica. Iscritta all’Università a soli 17 anni che conosce perfettamente quattro lingue straniere. Nonostante la giovane età, vuole abbracciare la politica attiva”.
Gli haters si sono scatenati. Commenti al veleno alcuni dei quali dal chiaro contenuto razzista: Islam, no grazie è un esempio. C’è stato però anche chi ha scritto: “Vuole correre verso il futuro con il burka? Magari tra qualche anno presenterà in consiglio una delibera a favore della sharia e del velo”. Ed ancora. “Così intelligente preparata e sta ancora legata al feudalesimo dell’islam”
Solidarietà alla giovane è arrivata da Alfredo Galdieri segretario del Partito democratico di Montoro: "A lei va la piena solidarietà di tutta la comunità democratica montorese. C'è da dire che nei commenti fortunatamente non sembrano esserci Montoresi, ma questo ci fa capire come il razzismo è un verme che colpisce tutti e ci possiamo trovare ad affrontare storture che sembrano lontane ma sono vicine e rischiano di insinuarsi nei nostri bambini, nei nostri giovani,nella nostra comunità. Per evitare questo grosso pericolo è fondamentale dire no a qualsiasi tipo di razzismo senza se e senza ma. Vanno condannati i partiti che rischiano di diffondere il verme con lo strumento del populismo e con gli spot 'prima gli italiani'. Nello stesso momento va affrontato con la cultura, con la democrazia, con la libertà e con la giustizia sociale.
Cara Nasri continua con forza a vivere a testa alta questa esperienza Montoro non è e non sarà una città razzista. Non prima gli italiani, ma prima gli uomini e le donne, prima la dignità, prima le idee, prima il rispetto".

amazon