Primo Piano

“Senza blocco dei licenziamenti in Irpinia 8mila esuberi. Rischia anche Solofra”

L’emergenza economica e sociale. “Se non sarà prorogato il blocco dei licenziamenti, in Irpinia si conteranno circa 8mila esuberi. Un dramma nel dramma che non potremo sopportare”.

Io resto qua, a Montoro i giovani alzano la voce

L'appuntamento è per domani - domenica 17 marzo - alla frazione Piano di Montoro. "Io resto qua" non è solo il claim della neonata associane. Suona come un grido di battaglia in una Irpinia sempre più vittima dello spopolamento. In via Roma, un gruppo di giovani inaugurerà ufficialmente la sede in cui sarà possibile discutere di futuro e di progetti per Montoro.L'obiettivo: avere un luogo di confronto e di dibattito per la elaborazione di idee e di proposte che troppo spesso, in questi tempi, vengono relegate a delle élite che non sempre riescono a cogliere le esigenze di una comunità. La prima iniziativa che il gruppo intraprenderà sarà quella di aprire, già da lunedì, un tavolo permanente di confronto per affrontare le problematiche e le esigenze del nostro territorio ovvero per discutere di ambiente, sviluppo, servizi, assistenza ed altro ancora. “Ci apprestiamo ad intraprendere questa attività – afferma una delle promotrici dell’iniziativa – non nascondendoci in segrete stanze ma aprendoci alla comunità e, se per il momento lo facciamo all’interno di un luogo ben definito, nelle prossime settimane lo faremo andando a discutere con la gente in tutte le frazioni. Le critiche che pur ci saranno, soprattutto da parte di chi non vuole che si sviluppi un dibattito vero sul territorio o che per anni ha cercato di sopirlo, non ci spaventano affatto perché è necessario che ciascuno di noi sia il protagonista della propria storia”. “Noi siamo convinti – continua uno dei ragazzi – che questa discussione possa generare un patrimonio inestimabile costituito da idee, progetti e voglia di impegnarsi per la comunità. Tale patrimonio potrà anche essere dato in dote a chi, tra i vari soggetti politici che si affacciano alla competizione elettorale, avrà la voglia e l’impegno di attuarlo, facendolo proprio”. All’interno del gruppo, in questo momento, non si parla né di liste né di candidature proprio per lasciare ampia libertà ad ogni singolo cittadino di poter portare le proprie idee, opinioni o suggerimenti e di confrontarsi, in modo vero, con chi ha voglia di farlo. L’invito a sedersi a questo tavolo è rivolto a tutti i montoresi, ma soprattutto ai più giovani, per avere l’opportunità di partecipare, discutere, elaborare proposte e di riappropriarsi del proprio destino contribuendo attivamente a delineare il futuro della nostra Montoro.

amazon