amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

Treno Avellino-Napoli, Cascone: "Numeri deludenti". E se la prende con i sindaci

Il treno Avellino-Napoli? I risultati della sperimentazione sono incoraggianti solo a partire da Mercato San Severino. Non dalla città di Avellino. Nè dall'Irpinia. Luca Cascone - presidente della Commissione trasporti della Regione Campania - snocciola i dati dei 15 mesi passati dall'avvio della nuova corsa. La sperimentazione si concluderà a giugno.
 "Ho più volte invitato gli amministratori locali - ricorda Cascone - a promuovere maggiormente il collegamento con Napoli".
Manca all'appello il comune di Avellino che nonostante il "suggerimento" di Cascone non ha mai pensato di avviare un confronto con Air per potenziare le corse verso Borgo Ferrovia e la stazione ferroviaria.
Anche i sindaci non possono lavarsene le mani. L'esponente del governo regionale parla di marketing territoriale. Una leva che sarà necessario azionare anche in vista del completamento del progetto di elettrificazione della linea Avellino-Benevento-Salerno, che consta in interventi (già partiti) per circa 200 milioni di euro, che porterà tale direttrice a diventare un asse centrale nel collegamento delle aree interne. "Gli investimenti di Palazzo Santa Lucia sono volti a dimostrare come sia possibile collegare il territorio di Avellino a Napoli e Salerno in maniera rapida ed efficace sfruttando il trasporto su ferro".
Cascone auspica scelte coraggiose. "Una di queste potrebbe essere quella di sopprimere alcune corse di autobus per favore ed incentivare l’uso del treno. Ma se nella città di Avellino continuano, in contemporanea, i pullman per Napoli, il cui terminal è localizzato nel centro città e, quindi facilmente accessibile, ed il treno per il capoluogo della Regione, da una stazione fuori mano e decentrata, nessuno sceglierà la seconda opzione. È oggettivamente più scomodo".