amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

Lavoro nero ed inquinamento, distretto conciario ai raggi x: denunce e sanzioni per migliaia di euro

Lavoro nero, inquinamento ambientale, sicurezza sul lavoro: il distretto industriale di Solofra passato al setaccio. Negli ultimi cinque mesi è stata rilevato lo smaltimento o il trattamento di rifiuti speciali non pericolosi, in assenza di autorizzazione; l’illecita immissione di scarichi di acque reflue industriali nella rete fognaria pubblica; l’attività di stoccaggio di rifiuti in assenza di autorizzazione e con superamento del limite quantitativo e temporale; la sussistenza di locali privi di adeguati sistemi per la sicurezza degli operai; la presenza di lavoratori non sottoposti a visita medica preventiva prima di essere adibiti a mansioni che comportano l’esposizione ad agenti chimici pericolosi per la propria salute.
Ad operare i Carabinieri con l'apporto apporto dell’A.S.L. Dipartimento Sicurezza Luoghi di Lavoro, dell’A.R.P.A.C. e della Direzione Provinciale del lavoro di Avellino.
Nello specifico per quanto attiene il contrasto al Lavoro nero sono state controllate 41 aziende: 27 sono risultate regolari; 14 sono risultate irregolari, per la presenza complessiva di 27 lavoratori in nero: per 7 di esse è stata disposta la sospensione delle attività, con contestazione di maxi-sanzioni amministrative per un totale di euro 70.000; per le altre 7 contestata solo maxi-sanzioni amministrative, per un totale di euro 30.000.
In materia di inquinamento Ambientale sono state controllate 35 aziende: 18 sono risultate regolari; 17 sono risultate irregolari, con contestuale sequestro e sospensione delle attività per deposito di rifiuti non autorizzato e/o scarico di acque reflue industriali non autorizzato.
In conclusione, sono state deferite in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria oltre 100 persone, tra titolari e legali rappresentati delle aziende.
Tra le numerose verifiche eseguite spicca quella nei confronti di una ditta la cui titolare è stata ritenuta responsabile di un illecito smaltimento di acque reflue industriali, provenienti dal ciclo di lavorazione della propria conceria, nel torrente Solofrana e quella relativa alla sospensione dell’attività imprenditoriale di una ditta conciaria che addirittura impiegava ben 9 lavoratori “in nero”, sui 13 complessivi.
I controlli, di concerto con la Prefettura di Avellino, proseguiranno con cadenza settimanale al fine di sottoporre a verifica sui tre importanti settori (Lavoro Irregolare, Inquinamento Ambientale, Sicurezza sul Lavoro) tutte le ditte operanti nel particolare territorio ed in quelli limitrofi.