Primo Piano

"Ospedale Landolfi, ai cittadini non serve la demagogia di qualche sindaco imbecille"

Il consiglio comunale sull'ospedale Landolfi di Solofra conclusosi con la riaffermazione di un secco "no" alla chiusura del pronto soccorso così come stabilito dall'ultima delibera della giunta regionale. Oggi arriva la risposta del governatore della Regione Campania che rimette in riga qualche "sindaco imbecille" e di chi "pensa di fare voti sulla pelle dei cittadini". "Il 30 giugno definiamo gli atti aziendali con le nuove funzioni che destiniamo anche all'ospedale di Solofra, ha detto il governatore nella sua consueta diretta Facebook del venerdì. A Solofra avremo la procreazione medicalmente assistita. Realizziamo un day surgery cioè una struttura per la piccola chirurgia. La grande chirurgia va al Moscati, non per cattiveria ma semplicemente perchè in questo modo si salva la vita delle persone. Perchè un conto è fare demagogia e dire imbecillità. Un altro conto è mandare in un reparto un cittadino che ha un problema serio ed anzichè m

Moscati-Landolfi, mancano 337 unità di personale

Moscati-Landolfi, il nuovo corso inizia con il segno meno. Mancano infatti all’appello, tra medici, infermieri e personale amministrativo, 337 unità. I numeri vengono fuori spulciando il piano di fabbisogno redatto dagli uffici dell’ospedale di contrada Amoretta ad Avellino. Tra la città ospedaliera ed il presidio di Solofra risultano in servizio 1614 dipendenti, ma per raggiungere standard ottimali nell’erogazione dei servizi ne servirebbero 1951.L’approvazione del nuovo piano ospedaliero della regione Campania e l’equilibrio finanziario raggiunto dalla sanità regionale permette finalmente al Moscati di poter richiedere lo sblocco delle nuove assunzioni.
E così Percopo ha inviato a Palazzo Santa Lucia il piano di fabbisogno triennale: impossibile per la cittadella ospedaliera richiedere l’assunzione di tutte le 337 unità che mancano all’appello, l’ospedale finanziariamente non se li può permettere, ma compatibilmente con le proprie capacità economiche il Moscati ha chiesto al governatore De Luca di concedere 162 nuove assunzioni, ripartite in tre anni: 81 in questo 2018, 56 il prossimo e 25 nel 2020. Insomma in tre anni il Moscati-Landolfi dovrebbe colmare in buona parte il gap di personale con ricadute positive nell’erogazione delle prestazioni agli utenti, ora tocca a De Luca approvare il prima possibile il piano di fabbisogno e dare il via ai nuovi innesti

amazon