amazon

Primo Piano

"Landolfi", ricorso al Tar: Avellino con Solofra

Ospedale "Landolfi", il comune di Avellino si è unito a quello di Solofra nel ricorso al Tar per impugnare la delibera regionale che ha rimodulato i servizi del nosocomio della cittadina conciaria. A renderlo noto il sindaco del comune capoluogo Gianluca Festa. L’avvocato Marcello Fortunato

amazon

Edilizia sanitaria, ok ai 7 milioni di euro per il "Landolfi"


Approvato e pubblicato il programma degli investimenti in edilizia sanitaria della Regione Campania. Nel piatto risorse per oltre un miliardo di euro. La massima parte a carico dello Stato. E “solo” 54 milioni di euro derivanti da risorse regionali.
Ci sono i sette milioni di euro per l’adeguamento funzionale del presidio ospedaliero di Solofra annesso all’Azienda ospedaliera “Moscati” di Avellino. L'azienda di contrada Amoretta, in maniera complessiva, intercetta risorse per 45 milioni di euro. Guardando, però, al quadro generale degli interventi sul territorio regionale ci si accorge che il cuore del commissario-governatore Vincenzo De Luca continua a battere per Salerno.
I 45 milioni di euro per il “Moscati” sono infatti poca cosa se paragonati ai 330 milioni di euro che finiscono al Ruggi di Salerno, una cifra equivalente se la dividono gli ospedali e le Asl di Napoli, quasi duecento milioni se li prende la sanità di Caserta, il resto, le briciole, vanno ad Avellino e Benevento. Che dovranno giocarsi, si legge nel testo di programmazione, il Dea di II livello tra Rummo e Moscati: “la presenza di entrambi”, cita testualmente ancora una volta il piano sanitario, “rappresenta un’eccezione derivante da una condizione preesistente: essa troverà la sua naturale evoluzione nell’arco di un triennio, in base ai volumi”. In poche parole, tra tre anni uno dei due ospedali verrà declassato.
Ed ancora. L’Asl di Avellino ottiene 14 milioni di euro che serviranno a realizzare i nuovi distretti sanitari di Atripalda e Baiano e ad adeguare gli ospedali di Bisaccia, Sant’Angelo e di Ariano.