amazon

Primo Piano

"Landolfi", ricorso al Tar: Avellino con Solofra

Ospedale "Landolfi", il comune di Avellino si è unito a quello di Solofra nel ricorso al Tar per impugnare la delibera regionale che ha rimodulato i servizi del nosocomio della cittadina conciaria. A renderlo noto il sindaco del comune capoluogo Gianluca Festa. L’avvocato Marcello Fortunato

amazon

Registro tumori Asl Avellino, presentati i dati

Presentato questa mattina il Registro tumori dell'Asl di Avellino. Responsabile la dottoressa Donatella Camerlengo. In provincia di Avellino i dati di incidenza e mortalità per patologia neoplastiche (periodo di riferimento 2010/2012) sono inferiori ai dati nazionali ed in linea, o inferiori, rispetto al pool Registri sud (periodo di riferimento 2008/2013).
L’unico tumore che presenta tassi di incidenza più alti, sia rispetto al Pool nazionale che del Sud, è il tumore della tiroide nelle sole donne che, secondo l'Asl Avellino, va ricondotto ad una maggiore pressione diagnostica.
Negli uomini il primo posto per incidenza è occupato dai tumori del polmone (16.2 % su totalità tumori) e della prostata (16.0 %) ; mentre la prima causa di morte per cancro è rappresentata dal tumore del polmone (28.6%).
Nelle donne il primo tumore per incidenza (23.6%) e la prima causa di morte (15.9%) per cancro è il tumore alla mammella. Il tumore del colon retto rappresenta, sia nei maschi che nelle donne, la seconda causa di morte per cancro.
I numeri del report: nel triennio 2010-2012 sono stati registrati 3.662 casi di neoplasie negli uomini, con mortalità pari a 1.823, e nelle donne 2.982 con mortalità pari a 1.261, con un’età media, relativa all’incidenza, che si aggira attorno ai 71 anni negli uomini e ai 66 nelle donne. I primi colpiti maggiormente da tumore ai polmoni, le seconde alla mammella. Mentre il numero dei nuovi casi attesi al 2017 è di 1.237 negli uomini e 1.069 nelle donne.Dati - questi del registro tumori Asl Avellino - in linea con quelli raccolti e pubblicati nellAtlante di mortalità per cancro della provincia di Avellino che prende in esame il periodo che va dal 2006 al 2011. Lo studio è stato realizzato dal Crom di Mercogliano.
Fatto 100 il parametro soglia, valori superiori sono allarmanti.
I risultati ottenuti evidenziano una minore mortalità in tutta la provincia di Avellino rispetto all’Italia (tra il 5 e il 30% in meno) e rispetto al dato regionale alle province di Napoli e Caserta. Il dato Smr (Rapporto standardizzato di mortalità) su Avellino è confortante (95,0), i comuni, invece, che superano la soglia di tranquillità sono quelli di Solofra (106,1) e Atripalda (102,4). Nella mappa specifica sull’Irpinia si nota che c’è un tasso più alto di malattie e di mortalità nei comuni vicini all’area partenopea. Ben diversa è la situazione nella parte orientale.
Studi specifici sono stati effettuati anche sui tumori che colpiscono i polmoni. In questo caso i dati più allarmanti che riguardano i maschi sono arrivati da Solofra, Monteforte, Atripalda, Montoro ed Avella, quelli che riguardano le donne da Avellino. Per quanto riguarda il colon retto sul dato maschile sono sempre i comuni di Solofra e Atripalda a sforare l’Smr mentre a livello femminile, oltre a Solofra, spuntano anche i comuni di Grottaminarda e Lioni. Infine per quanto riguarda i tumori alla mammella solo a Cervinara si registra la situazione più critica.
Nel complesso la provincia di Avellino, sia a livello maschile che femminile per gli anni che vanno dal 2006 al 2008 è l’area, a livello provinciale, che desta meno preoccupazioni.