amazon

Primo Piano

Asilo di Solofra, violenza sessuale: Procura non presenta appello contro la sentenza che ha assolto il maestro

La Procura della Repubblica di Avellino ha deciso di non presentare appello contro la sentenza del gup Marcello Rotondi, con la quale aveva assolto il maestro dell'asilo di Solofra, Gerardo De Piano, accusato di violenza sessuale sui bambini della scuola. Un passaggio giudiziario importante, per De Piano e per l'avvocato Gaetano Aufiero, che lo difende, perché significa che il maestro di religione potrà archiviare definitivamente la sua brutta vicenda. Resta in piedi il procedimento per maltrattamenti, sia per lui che per gli altri insegnanti.

amazon

Avellino calcio: la rabbia dei tifosi, gli appelli di Ciampi e l'ipotesi Preziosi

La rabbia dei tifosi
Non si ferma l'ondata di sdegno che ha investito la dirigenza dell'Avellino Calcio ed il presidente Taccone. Uno sdegno cresciuto dopo la pronuncia del tar Lazio che ha rigettato l’istanza cautelare per ottenere la sospensiva utile all’ammissione con riserva in B. Mettendo fuori il sodalizio irpino dal calcio professionistico. Nove anni dopo la storia si ripete: Avellino fuori dalla B con il profondo rosso dei dilettanti ad attenderlo.Il primo cittadino di Avellino Vincenzo Ciampi, dal canto suo, ha lanciato un appello: "cerchiamo profili seri per il bene dell’Avellino”.
Dal punto di vista del campionato l’ipotesi più accreditata è quella di ripartire dalla serie D, con il nuovo Avellino inserito seppure in sovrannumero visto che le iscrizioni si sono già chiuse. Inutile aggrapparsi all’illusoria possibilità di un responso positivo, nell’udienza al Tar del 13 settembre. Quel giorno i campionati saranno già iniziati, impensabile l’inserimento in sovrannumero nella serie B che l’Avellino ha definitivamente perso il 16 luglio alle ore 19, quando non fu in grado di sostituire la polizza fidejussoria non ritenuta idonea dalla Covisoc.
Verosimilmente, dunque, il nuovo Avellino sarà aggregato al girone I, quello delle calabresi e delle siciliane perchè in quello H dovrebbe esserci il Bari.
In attesa di conoscere campionato e girone, si fa largo la realizzazione di un progetto – probabilmente approntato da tempo – facente fa capo ad Enrico Preziosi, il patron del Genoa originario di Atripalda che mai ha nascosto le sue intenzioni di fare parte dell’Avellino, in passato quale possibile socio di Taccone, stavolta quale capofila di un gruppo di imprenditori irpini.