amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

Sette nuovi dirigenti medici, Vignola alla Morgante: "Quanti al Landolfi?"

Michele Vignola - Solofra

L'Asl Avellino destini personale medico al l'ospedale Landolfi di Solofra. E' quanto ha chiesto il sindaco Michele Vignola con una nota indirizzata alla direttrice generale dell'Asl Maria Morgante. L'azienda sanitaria lo scorso quindici maggio ha approvato gli atti del concorso bandito nel dicembre del 2016 ed ha conferito sette incarichi a tempo indeterminato di dirigente medico nei presidi ospedalieri dell'Asl (Solofra – Ariano – S. Angelo dei Lombardi).
Il direttore sanitario del Landolfi, a causa della carenza di personale medico, aveva adottato soluzioni tampone per fare fronte alle emergenze del reparto di medicina interna ed al pronto soccorso. Escludendo il ricorso allo strumento delle “prestazioni aggiuntive”, l'inquilino di palazzo Orsini ha chiesto alla Morgante di sapere quante unità mediche – tra le sette assunte a tempo indeterminato – saranno assegnate al Landolfi così da lasciare inalterati i servizi sanitari in attesa che il prossimo primo ottobre si concretizzi l'accorpamento con il Moscati