amazon

Primo Piano

Asilo di Solofra, violenza sessuale: Procura non presenta appello contro la sentenza che ha assolto il maestro

La Procura della Repubblica di Avellino ha deciso di non presentare appello contro la sentenza del gup Marcello Rotondi, con la quale aveva assolto il maestro dell'asilo di Solofra, Gerardo De Piano, accusato di violenza sessuale sui bambini della scuola. Un passaggio giudiziario importante, per De Piano e per l'avvocato Gaetano Aufiero, che lo difende, perché significa che il maestro di religione potrà archiviare definitivamente la sua brutta vicenda. Resta in piedi il procedimento per maltrattamenti, sia per lui che per gli altri insegnanti.

amazon

Fiamme e fumo circondano le case, paura a Parco Turci Castello

Elicottero antincendio - Solofra
Palazzine avvolte da fumo e fiamme a parco Turci castello, Solofra. Erano all'incirca le 15.30 quando un incendio si è sviluppato in alcuni terreni incolti a ridosso delle abitazioni. Le fiamme, aiutate da una fitta macchia composta da arbusti, sterpaglie ed erbacce, si sono estese rapidamente arrivando a lambire le mura perimetrali di alcune palazzine. Immediato è scattato l'allarme.
Alcuni residenti, aiutandosi con mezzi di fortuna, hanno gettato acqua sulle fiamme provando a tenere la situazione sotto controllo. La loro preoccupazione era che l'incendio potesse raggiungere i contatori e le condotte del gas metano.
Nel frattempo sono stati allertati gli agenti della polizia municipale ed i carabinieri della stazione cittadina. Sul posto anche i volontari della "Ostetrica Rita Gagliardi" impegnati con i mezzi antincendio in dotazione all'associazione. Impegnato anche un elicottero antincendio della Regione Campania.
Fumo e fiamme a Turci castello - Solofra
Il velivolo è da questa mattina attivo per un incendio che sta interessando la collina tra Torchiati e Banzano nel montorese. L'intervento delle squadre a terra e dell'elicottero antincendio ha consentito di circoscrivere e domare le fiamme. Nell'agosto dello scorso anno il parco Turci castello fu teatro di un altro incendio. Analoghe le circostanze.
Polizia municipale e carabinieri - Solofra
Anche in quel caso, infatti, a bruciare fu quell'ammasso intricato di vegetazione che circonda l'abitato. Arbusti e sterpaglie lasciate crescere indisturbate nel tempo senza che nessuno si sia mai preoccupato di intervenire con dei lavori di manutenzione dell'area. Ed oggi la scena si è ripetuta identica: fiamme, fumo, paura tra i residenti.