amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

Strutture sportive inadeguate, Solofra rischia di dire addio a calcio a 5 e "Solofra Calcio"

Stadio "Gallucci", Solofra
Solofra rischia di perdere pezzi importanti del suo patrimonio atletico per colpa dell'inadeguatezza delle strutture sportive cittadine. Qualche settimana fa ad annunciare la decisione di "emigrare" verso il Palasport di Montoro era stata la Agostino Lettieri five soccer che, come riporta il portale SportAvellino.it , aveva annunciato la decisione "presa a malincuore" di lasciare Solofra. "Abbiamo vinto due campionati di serie D e siamo arrivati primi al nostro primo anno del campionato juniores, con le nostre forze e tra l’indifferenza di tutti, nell’ultimo anno addirittura siamo stati costretti a giocare le gare più importanti fuori Solofra, per l’inagibilità delle strutture di calcio a 5 sul territorio (....). Ora sarà compito della nuova amministrazione comunale, quella di trovarci una degna sistemazione per gli anni a seguire, altrimenti saremo ancora costretti a giocare fuori casa…”. Questo accadeva il 12 giugno.
Il "carico da 90" arriva in queste ore dalla dirigenza del Solofra Calcio. Il portale Iamcalcio rilancia l'appello del ds Solofra Tornatore, con una chiara stoccata alla proprietà del 'Gallucci': "Il nostro impianto sportivo si trova in pessime condizioni; ho dovuto incassare a malincuore addirittura dei 'no' da parte di atleti dovuti al terreno di gioco. Molte realtà irpine, parecchio più piccole di Solofra, dispongono di ottimi impianti in sintetico; noi, al contrario, dobbiamo adeguarci, ripeto, ad un terreno in cattivo stato. Penso sia una grossa mancanza. La società ha fatto molteplici sacrifici per riportare la squadra in Eccellenza, ed è intenzionata a farne altri a patto che ci sia collaborazione con l'attuale amministrazione, altrimenti potremmo anche prendere in considerazione di emigrare".