amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

Solofra: Operazione 'Domus', arrivano le prime condanne per spaccio e furto

Tribunale - Avellino
Operazione "Domus", arrivano le prime condanne per spaccio di droga e furto (per ulteriori partiolari sull'operazione Domus leggi anche : Operazione Domus: Droga da spacciare? Ti aiuta la mamma! ). Si tratta degli imputati che hanno scelto il rito abbreviato. Il gip del tribunale di Avellino ha condannato ad otto anni di reclusione Nicola Vietri (7 anni e 4 mesi per spaccio e 8 mesi per furto aggravato in concorso), a sei anni Eustachio Pisani. Entrambi difesi dall'avvocato Alberico Villani. Una condanna a due anni e sei mesi è stata comminata a Salvatore Ercolano per spaccio di droga. Il processo a carico di altri otto imputati prenderà il via il prossimo cinque ottobre.
L'operazione Domus portò nel mese di gennaio del 2017 i carabinieri della stazione di Solofra coordinati dal luogotenente Giuseppe Friscuolo ed i colleghi del Comando provinciale di Avellino a smantellare tre piazze di spaccio. Nella frazione di Sant’Agata Irpina di Solofra l’arrivo continuo di acquirenti. Le indagini sono andate avanti fino a marzo 2016. Lo spaccio era prevalenza di coca e hashish. La droga veniva acquistava a Torre Annunziata e poi si spacciava nei comuni irpini.
L'operazione è partita da Solofra dove c'erano le tre piazze di spaccio: due destinate alla cocaina e una all'hashish.