amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

"Professionalità ed umanità", il grazie della famiglia Zanga all'Hospice di Solofra

Targa famiglia Zanga, Hospice -Solofra
Cure palliative e terapia del dolore, il Pain Control Center Hospice di Solofra si conferma struttura sanitaria di eccellenza. Il centro residenziale dell’Asl Avellino, che ospita pazienti affetti da malattie progressive e in fase avanzata, rafforza ancora di più i propri standard di efficienza e di funzionalità. Cure appropriate, confort, attività ricreative, professionalità e umanità: questi gli emblemi che caratterizzano da anni l’Hospice di Solofra, dove il dolore e la sofferenza trovano riparo non solo nelle accurate cure mediche e sanitarie, ma sono contrastate anche dall’amore e dal rispetto nei confronti di chi quotidianamente è costretto a lottare contro patologie fortemente aggressive. Così si instaurano splendidi rapporti di affetto e di emozioni condivise, che creano legami profondi e sinceri tra i degenti, i propri familiari, l’equipe medica dell’Asl e gli operatori della Cooperativa Nursing Service Onlus. E l’ennesima testimonianza di tutto ciò trova conferma nel nobilissimo gesto compiuto dalla famiglia Zanga, originaria di Ottaviano in provincia di Napoli, che ha donato una preziosa targa in ricordo del loro amatissimo congiunto Francesco, il quale ha trascorso un periodo di degenza presso l’Hospice di Solofra, lottando con tenacia contro la malattia.
I parenti di Francesco Zanga hanno voluto, quindi, rivolgere il loro caloroso sentimento di gratitudine e di affetto nei confronti di tutto il personale della struttura sanitaria, imprimendo per sempre queste toccanti parole su un’artistica targa:
«“It’s not over until I win” Incommensurabile è il valore del nostro grazie a tutto il personale medico, infermieristico e socio sanitario dell’Hospice di Solofra per la loro grande professionalità, umanità e sensibilità nell’assistere i pazienti e supportare i familiari che affrontano questa difficile e dolorosa esperienza. Grazie di cuore. Famiglia Zanga».