amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

Solofra, nido di calabroni in un'abitazione. Intervengono i Vigili del fuoco

Nido calabroni - Solofra
Intervento di bonifica a Solofra. I vigili del fuoco della centrale operativa sono intervenuti alla frazione S. Agata per rimuovere un nido di calabroni.
La colonia di imenotteri aculeati aveva trovato alloggio in un locale in costruzione di una abitazione. Da qui la richiesta d'intervento ai caschi rossi che sono intervenuti per la rimozione del nido. Gli imenotteri aculeati (vespe e calabroni) sono animali sociali ed annuali che vivono in comunità e solo una stagione.

La nidificazione ha il suo massimo sviluppo in piena estate con l’epilogo in questo periodo dell’anno.
Le zone preferite per nidificare sono quelle calde, tranquille, riparate ed abbandonate ed in particolare:
- nelle abitazioni (mura perimetrali);
- nei controsoffitti, camini, solai/sottotetti/cornicioni, cassonetti tapparella;
- nelle zone rurali (fienili, legnaie, depositi agricoli, ceppi/alberi cavi)
- nei cimiteri (edicole funerarie)
Per ridurre la probabilità che si possano formare i nidi in situazioni comportanti pericolo per persone ed animali, la prima azione da adottare è quella preventiva.
Per un'efficace opera di prevenzione occorre adottare i seguenti accorgimenti:
ABITAZIONI
- Muri perimetrali: controllare le pareti che presentano fessure, cavità e buchi in corrispondenza di intercapedini (tamponare con sigillante idoneo);
- Finestre e portafinestre: controllare i cassonetti degli avvolgibili; installare zanzariere alle finestre o spruzzare nei cassonetti insetticida nei casi di fenomeni ricorrenti:
- Controsoffittature: verificare i rivestimenti ed i ribassamenti nei locali mansardati (sigillare con prodotti isolanti);
- Camini: pulizia periodica delle canne fumarie (disporre una rete metallica a maglie fitte attorno alla parte terminale di quelle non utilizzate, ricordando di rimuoverla in caso di rifunzionamento);
- Solai e sottotetti: controllare e pulire periodicamente.
ZONE RURALI
- Fienili, pagliai, legnaie e depositi agricoli: verificare gli elementi di copertura, controllare lo stoccaggio dei materiali e gli attrezzi agricoli;
- Ceppi: rimuovere il ceppo;
- Alberi cavi: sigillare le cavità se non rimuovibili.
CIMITERI
- Edicole funerarie: sigillare le eventuali cavità o fessure con materiali idonei; controllare il fissaggio della lapide e la copertura.