Primo Piano

"Ospedale Landolfi, ai cittadini non serve la demagogia di qualche sindaco imbecille"

Il consiglio comunale sull'ospedale Landolfi di Solofra conclusosi con la riaffermazione di un secco "no" alla chiusura del pronto soccorso così come stabilito dall'ultima delibera della giunta regionale. Oggi arriva la risposta del governatore della Regione Campania che rimette in riga qualche "sindaco imbecille" e di chi "pensa di fare voti sulla pelle dei cittadini". "Il 30 giugno definiamo gli atti aziendali con le nuove funzioni che destiniamo anche all'ospedale di Solofra, ha detto il governatore nella sua consueta diretta Facebook del venerdì. A Solofra avremo la procreazione medicalmente assistita. Realizziamo un day surgery cioè una struttura per la piccola chirurgia. La grande chirurgia va al Moscati, non per cattiveria ma semplicemente perchè in questo modo si salva la vita delle persone. Perchè un conto è fare demagogia e dire imbecillità. Un altro conto è mandare in un reparto un cittadino che ha un problema serio ed anzichè m

Il Solofra film festival conquista la costiera amalfitana

Solofra film festival
I corti del Solofra Film Festival tornano in costiera amalfitana. Presso l’oratorio dell’Arciconfraternita, a Vietri sul mare, il 14 luglio 2017. L’evento avrà luogo durante la mostra d’arte: “Cromo sinfonie a quattro mani” degli artisti Gillo Dorfles e Cesare Augusto Serafino. Durante la serata verrà presentato in anteprima il video poesia realizzato proprio a Vietri dal direttore artistico del Solofra Film, Federico Curci. Opera intitolata “Famme sentì cose bone”. Il testo del video è stato scritto da Sabrina Lettieri che ha dato anche voce alle immagini, e ha come protagonista Pasqualina Calocero. La musica del video è stata realizzata da Rocco De Stefano, mentre alle riprese ha partecipato Michele Maffei.“Fa piacere ritornare a Vietri – spiega il direttore artistico della kermesse solofrana Federico Curci – ringrazio il Comune di Vietri, la Congrega letteraria, i direttori artistici Antonio Gazia e Alfonso Mauro. Essere a Vietri mi crea emozione, cercherò di portare, come nelle altre edizioni, opere che affrontano tematiche varie, il cortometraggio ha il dono di raccontare in modo sintetico una storia, riuscendo nonostante la brevità ad affascinare come un lungometraggio. Mi fa piacere presentare ‘Famme sentì cose bone’ a Vietri anche perché l’abbiamo girato proprio sulla sua bellissima spiaggia, vicino ai due fratelli”. I cortometraggi che verranno proiettati sono: “Paper memoies” di Theo Putzu (Catania), “I frutti sperati” di Ezio Maisto (Salerno), “Disinstallare un amore” di Alessio Scarso (Ragusa) e “Tana libera tutti” di Vito Palmieri (Bologna).

amazon