amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

Francesco Todisco torna in consiglio regionale, accolto il ricorso contro Carlo Iannace

Francesco Todisco - Avellino
Francesco Todisco torna in consiglio regionale. La XIII Sezione del Tribunale di Napoli ha infatti accolto il reclamo, presentato da Francesco Todisco e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, rispetto all’ordinanza della I Sezione della I Sezione del Tribunale di Napoli che prevedeva la sospensione del decreto del Consiglio dei Ministri in merito all’applicazione della Legge Severino nei confronti del consigliere regionale Carlo Iannace.
Iannace ha ottenuto la sospensiva nel luglio dello scorso anno. Ad ottobre 2016, con sentenza pubblicata a dicembre, la Corte Costituzionale ha definito infondate le questioni poste dal Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, e del consigliere regionale della Puglia, Fabiano Amati, riguardanti la disciplina della sospensione dalle cariche di consigliere regionale, di presidente della Regione e di consigliere comunale, in caso di sentenza di condanna non definitiva. Le stesse sollevate anche dal consigliere Iannace.
Una pronuncia che ha aperto la strada al reclamo presentato da Todisco e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Francesco Todisco che già nei mesi di giugno e luglio 2016 aveva ricoperto il ruolo di consigliere regionale “supplente”. Il Consiglio regionale dovrà ora prendere atto dell’evoluzione alla prima Assise utile e, comunque, non oltre 30 giorni a partire dal sentenza.
Todisco sarà di nuovo consigliere regionale ma il suo reintegro durerà poco: a Settembre infatti scadranno i 18 mesi di sospensiva per Carlo Iannace che ritornerà a far parte dell’assise di Palazzo Santa Lucia.