Primo Piano

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto, ecco cosa si può fare e cosa no

Green pass obbligatorio dal prossimo sei agosto. Il governo ha approvato le nuove regole. La certificazione deve essere mostrata da tutti i cittadini di età superiore ai 12 anni. Sono esentati “i soggetti che hanno idonea certificazione medica”.

"Basta acque assassine, non uccideteci la salute !"

Protesta depuratore, Mercato San Severino
Parte da Mercato San Severino la protesta contro il complesso depurativo dell'Alto Sarno che si avvale degli impianti di Solofra e di quello della cittadina dell'Irno. Il depuratore Alto Sarno tratta gli scarichi industriali del polo conciario solofra, delle aziende conserviere del salernitano ma anche gli scarichi civili del comprensorio. Il problema, a detta degli attivisti del Comitato Grande Sarno e Valle dell'Irno, è che i depuratori non funzionano. “Qui ci sono persone che si ammalano, spiega Michele Buscè mentre megafono alla bocca parla ai cittadini che domenica si sono ritrovati in via Piro a Mercato San Severino in prossimità del canale di uscita delle acque dal depuratore salernitano. C'è gente che di inquinamento è morta e noi non possiamo più tollerare che questa situazione vada avanti". Una “sfida” la lancia al governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca: "Quando deciderai di batterti per l'inquinamento nel comprensorio del fiume Sarno? Lo stai facendo ? Non ce ne siamo accorti ed allora vuol dire che lo devi fare meglio. Fai conto che siamo tutti fratelli, siamo tutti figli allo stesso modo. Cerca di muoverti e vieni qui. Vieni a farti una passeggiata dalle nostre parti. Ti invitiamo a venire a Solofra. Stiamo una giornata insieme. E ti faccio vedere come poi ti sentirai male per i miasmi". 
"La tragedia che viviamo noi a Mercato San Severino è una sola: il depuratore che non funziona. Come lo dobbiamo dire ?" Ai sindaci: “Difendete le vostre comunità, fatevi sentire perchè chi non protesta si rende complice”. Alla manifestazione anche il Comitato No Vasche No Inquinamento. "Il depuratore di Mercato San Severino gestito dalla Regione Campania, spiega Emiddio Ventre, non può scaricare nella Solofrana e sulla salute dei nostri figli i reflui conciari non depurati che potrebbero contenere cromo e altri cancerogeni. Come comitato No Vasche, No Inquinamento chiederemo alla regione di far monitorare e pubblicare on line le analisi delle acque in uscita e di prendere seri provvedimenti per la non corretta gestione. Una gestione pubblica che compromette la salute pubblica assurdo".

amazon