amazon

Primo Piano

Asilo di Solofra, violenza sessuale: Procura non presenta appello contro la sentenza che ha assolto il maestro

La Procura della Repubblica di Avellino ha deciso di non presentare appello contro la sentenza del gup Marcello Rotondi, con la quale aveva assolto il maestro dell'asilo di Solofra, Gerardo De Piano, accusato di violenza sessuale sui bambini della scuola. Un passaggio giudiziario importante, per De Piano e per l'avvocato Gaetano Aufiero, che lo difende, perché significa che il maestro di religione potrà archiviare definitivamente la sua brutta vicenda. Resta in piedi il procedimento per maltrattamenti, sia per lui che per gli altri insegnanti.

amazon

Solofra, saranno smontate le strutture dell'infopoint a Scorza

Info point, loc. Scorza
L'infopoint di località Scorza sarà smontato. Il provvedimento è stato pubblicato sull'albo pretorio del comune. Palazzo Orsini ha disposto la "rimozione e smontaggio delle opere in elevazione poste sull’area dell’intervento 'Realizzazione di un’infrastruttura ricreativa per favorire l’accessibilità e la fruibilità dell’area della Scorza e l’accesso al sentiero della Madonna della Pietra' ”.
Per tale intervento c'è l’impegno della spesa complessiva per tale intervento di un importo pari ad euro 2.072,75 compreso IVA al 22% su fondi del bilancio comunale ed al relativo affidamento. Il cantiere per l'infopoint di località Scorza era fermo al palo dallo scorso mese di febbraio 2015 quando quando scattò lo stop ai lavori. Due lavoratori di una ditta subappaltatrice, a seguito di un controllo effettuato dai carabinieri, non risultarono essere in regola con la normativa sul lavoro. E quando si passò alla verifica delle autorizzazioni è venuto fuori che mancava l'autorizzazione paesaggistica necessaria per un intervento in un'area boschiva, a ridosso di un piccolo torrente. Ma che soprattutto si trova a ridosso del parco dei Monti Picentini. Il comune di Solofra si è attivato per cercare di superare la situazione di stallo e far ripartire i lavori. Fatto sta, però, che fino ad oggi l'unica attività che è stata possibile cogliere nel cantiere dell'info-point di località Scorza è quella dei vandali.