amazon

Primo Piano

Asilo di Solofra, violenza sessuale: Procura non presenta appello contro la sentenza che ha assolto il maestro

La Procura della Repubblica di Avellino ha deciso di non presentare appello contro la sentenza del gup Marcello Rotondi, con la quale aveva assolto il maestro dell'asilo di Solofra, Gerardo De Piano, accusato di violenza sessuale sui bambini della scuola. Un passaggio giudiziario importante, per De Piano e per l'avvocato Gaetano Aufiero, che lo difende, perché significa che il maestro di religione potrà archiviare definitivamente la sua brutta vicenda. Resta in piedi il procedimento per maltrattamenti, sia per lui che per gli altri insegnanti.

amazon

Morgante: "Pozzo Scorza, l'Asl si attiene alle regole a tutela della salute"

Acqua, Solofra
Rispetto all'attivazione del nuovo pozzo idrico a Scorza la direttrice generale dell'Asl Avellino, la dottoressa Morgante, spiega: "L'Asl si attiene alle norme a tutela della salute dei cittadini. I ritardi sono del comune". "Ci si attiene all’osservanza scrupolosa del dettato normativo, posto proprio a salvaguardia della salute della popolazione che a tale pozzo dovrà attingere l’approvvigionamento idrico. Sul punto mi preme sottolineare che, non appena ho appreso dagli organi di informazione quanto denunciato dal sindaco Vignola, ho repentinamente chiesto la situazione dello stato dell’arte al Direttore del servizio competente (SIAN), Dott.ssa Prudente, il quale mi ha confermato che l’ASL sta osservando scrupolosamente e senza ritardi di sorta l’iter previsto dalla normativa. Trattasi, in sostanza, di una procedura che, per la definitiva pronuncia circa l’utilizzo della fonte idrica per uso umano, prevede tre fasi obbligatorie:
a) valutazione del materiale documentale prodotto dal Gestore/Sindaco;
b) effettuazione prelievi e valutazione dei risultati analitici per tutte e quattro le stagioni dell’anno ai sensi del D. M. 26 marzo 1991- all.to III punto 2 lettere A) a);
c) effettuazione e valutazione degli esiti dei controlli ispettivi presso le fonti di approvvigionamento e impianti per verificare i requisiti igienico-sanitari".
"Ciò posto, è bene chiarire, così come riferitomi dal Direttore del SIAN, che la richiesta sindacale di tale giudizio è pervenuta all’ASL soltanto da alcuni giorni, mentre i prelievi stagionali per i controlli analitici erano stati già disposti dal SIAN nel mese di ottobre 2016, per la stagione autunnale, e il due gennaio del corrente anno per quella invernale, quindi prima della formale richiesta del giudizio di qualità e idoneità d’uso da parte del Sindaco, proprio in considerazione della ben nota emergenza idrica che investe il Comune di Solofra. Pertanto, possiamo dichiarare che i risultati dei prelievi effettuati nel mese di ottobre, ad oggi già acquisiti, sono regolamentari mentre si è ora in attesa dei risultati analitici, da parte dell’ARPAC, dei prelievi effettuati il due Gennaio. Da quanto testé rappresentato, quindi, emerge con ogni evidenza come il procedimento di competenza dell’ASL sia stato repentinamente avviato e come lo stesso, pur comprendendo il disagio della popolazione, stia osservando scrupolosamente l’iter di legge (e la tempistica connessa), al quale non si può certamente derogare, giacché gli adempimenti da assolvere e i riscontri da effettuare sono posti proprio a salvaguardia della salute della stessa popolazione del comune irpino". (Fonte: Orticalab)