amazon

Primo Piano

Asilo di Solofra, violenza sessuale: Procura non presenta appello contro la sentenza che ha assolto il maestro

La Procura della Repubblica di Avellino ha deciso di non presentare appello contro la sentenza del gup Marcello Rotondi, con la quale aveva assolto il maestro dell'asilo di Solofra, Gerardo De Piano, accusato di violenza sessuale sui bambini della scuola. Un passaggio giudiziario importante, per De Piano e per l'avvocato Gaetano Aufiero, che lo difende, perché significa che il maestro di religione potrà archiviare definitivamente la sua brutta vicenda. Resta in piedi il procedimento per maltrattamenti, sia per lui che per gli altri insegnanti.

amazon

"Solofra altro che puc! Zero finanziamenti e tante chiacchiere"

Montoro
"Era il 28 maggio 2015 quando scrivevo queste riflessioni, http://www.solofraoggi.it/views/pgnViewArt.aspx?art=S01_ARTCL_4394 in una nota dal titolo: 'Solofra. Incapacità o anche qualcos'altro?'" inizia così la nota dell'architetto Vincenzo De Maio - associazione SolofraViva
"Tra le varie cose facevo un chiaro riferimento alla questione Parcheggio interrato e quindi ai fondi dell’accelerazione della spesa: cit. ”Lo stesso avviso annunciato dalla Regione dal maggio 2012 e dal quale Solofra non ha avuto 1 Euro mentre Montoro si è vista già finanziare, con ben Euro 3.052.234,31 l’AMPLIAMENTO E POTENZIAMENTO DELLA ‎RETE ‎IDRICA ‎COMUNALE, i cui lavori sono già in corso. A Solofra conosciamo bene la storia. I cittadini, oltre 1000, che quando esprimono un’opinione vengono definiti contestatori - NO TAV, dagli amministratori, avevano chiesto di spostare la priorità formulando una proposta utilizzando le forme e i modi previsti dalla democrazia (petizione). Purtroppo non sono stati ascoltati addirittura è stato dichiarato che i progetti sulla rete idrica non potevano essere finanziati con questo avviso. Puntualmente gli “OTTIMI” amministratori sono stati smentiti, di riflesso, dall’attività amministrativa della vicina Montoro. Quello che più colpisce è quanto contenuto nel DECRETO di FINANZIAMENTO della Regione Campania per il Comune di Montoro cit.:… il Sindaco del Comune di Montoro ha trasmesso al Presidente della Giunta Regionale della Campania, una Nota acquisita al prot. n. 0251241/2015 (quindi nel 2015) con la quale rappresentava l’urgenza di realizzare l’intervento denominato “Ampliamento rete fognaria preesistente”;”
Ora, a distanza di 19 mesi da quell’articolo, cosa è cambiato? Semplice, a Montoro i lavori di AMPLIAMENTO E POTENZIAMENTO DELLA ‎RETE ‎IDRICA ‎COMUNALE (con i fondi dell’accelerazione della spesa) sono stati ultimati ed è stata posta anche una targa, come si vede in foto, e in più, poiché l’amministrazione di Montoro aveva inoltrato al Presidente della Giunta Regionale della Campania, una Nota acquisita al prot. n. 0251241/2015, con la quale rappresentava l’urgenza di realizzare l’intervento denominato “Ampliamento rete fognaria preesistente”, è di oggi la notizia che arriveranno circa 5 milioni di Euro proprio per il finanziamento di tale opera.
Ma c’è di più, a San Michele di Serino arriveranno invece circa 1,7 milioni di euro per un nuovo serbatoio idrico inter comunale che si aggiungono ai tanti decreti emessi dalla Regione in favore di altri Comuni per le reti Idriche, come Albanella, Altavilla Irp., Acquara, Arienzo, Atripalda, Caianello, Calvi Risorta, Camigliano, Campoli del Monte Taburno, Casagiove, Casavatore. Insomma, mentre a Solofra l’acqua continua a mancare e si parla di PUC, di PUA TOPPOLO BALSAMI, non si capisce quale sia la maggioranza e quale l’opposizione, appare evidente che se non arrivano finanziamenti per risolvere i tanti problemi, la colpa non è della Regione, che quando viene interpellata e gli atti e le procedure sono corrette risponde in modo efficiente. Ma se i progetti sono sbagliati e le procedure inadeguate e la programmazione è assente: LA COLPA DI CHI E’? A voi lettori la risposta!" conclude la nota l'architetto Vincnzo De Maio.