amazon

Primo Piano

Asilo di Solofra, violenza sessuale: Procura non presenta appello contro la sentenza che ha assolto il maestro

La Procura della Repubblica di Avellino ha deciso di non presentare appello contro la sentenza del gup Marcello Rotondi, con la quale aveva assolto il maestro dell'asilo di Solofra, Gerardo De Piano, accusato di violenza sessuale sui bambini della scuola. Un passaggio giudiziario importante, per De Piano e per l'avvocato Gaetano Aufiero, che lo difende, perché significa che il maestro di religione potrà archiviare definitivamente la sua brutta vicenda. Resta in piedi il procedimento per maltrattamenti, sia per lui che per gli altri insegnanti.

amazon

Montoro, dalla Regione 5 milioni di euro per la rete fognaria

Fognature, Montoro
Depurazione, finanziati gli interventi nei comuni dell'Ato Calore Irpino. La Regione Campania ha stanziato risorse per oltre 61 milioni di euro dando concretezza al Piano per la Campania per quanto riguarda il comparto della depurazione e del servizio idrico integrato. I comuni che hanno presentato i progetti hanno avuto i finanziamenti. Tra questi anche il comune di Montoro che si è visto assegnare risorse per quasi cinque milioni di euro che serviranno alla ristrutturazione, adeguamento e potenziamento della rete fognaria comunale.

Un problema non da poco quello delle reti fognarie a servizio delle città e degli impianti di depurazione. il nostro Paese infatti non ha ancora risolto i problemi accertati dalla sentenza di condanna del 2012 per 72 agglomerati urbani, situati principalmente nel mezzogiorno e che riguardano inadempimenti nel trattamento delle acque reflue urbane e nelle rete fognaria. Un cartellino rosso alzato nei confronti anche di comuni e città campane: Afragola, Nola, Ariano Irpino, Avellino, Battipaglia, Benevento, Capaccio, Capri, Caserta, Mercato San Severino, Torre del Greco, Aversa, Ischia, Casamicciola Terme, Forio, Napoli Est, Napoli Nord, Napoli Ovest, Vico Equense, Salerno, Montesarchio
L'8 dicembre scorso la Commissione ha deferito nuovamente l'Italia alla Corte accusandola di non aver rispettato la sentenza del 2012 e chiedendo l'applicazione di una doppia sanzione: una multa forfettaria di 62,6 milioni di euro più una penalità di 347 mila euro al giorno.
 In tutta Italia sono quasi mille le località fuorilegge a causa di reti fognarie o impianti di depurazione inadeguati che non solo rappresentano un rischio per la salute dei cittadini e per l'immagine del Paese, ma possono anche costare milioni di euro in termini di multe Ue.
Questa, in sintesi, l'allarmante situazione che emerge dalle informazioni raccolte a Bruxelles, dove la Commissione europea ha accumulato, negli ultimi dieci anni, una serie impressionante di dossier che nel 2017, con molto probabilità, sfoceranno in nuove sanzioni e altri deferimenti alla Corte di giustizia.