amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

Neonata morta al Moscati, aperta una inchiesta. Dolore a Solofra

Carabinieri
Neonata morta al Moscati di Avellino. Federica e Alessandro una coppia di trentenni di Solofra hanno presentato una denuncia ai carabinieri per capire cosa è successo. La giovane mamma, 31enne di Solofra, è stata ricoverata martedì scorso all’ospedale «San Giuseppe Moscati» per dare alla luce la sua prima figlia. La famiglia denuncia che non è stato effettuato un parto cesareo nonostante le sollecitazioni ai medici del reparto ed allo stesso primario. L'azienda invece sostiene di aver rispettato il protocollo visto che era stata riscontrata una infezione ed al momento in cui, dopo tre tentativi di induzione al travaglio, prima di applicare il taglio cesareo è stata somministrata una dose di antibiotico, la donna ha avuto un collasso. Si è verificato un affaticamento del feto ed è intervenuta una “bradicardia fetale acuta” che potrebbe essere alla base del decesso del feto che era alla quarantunesima settimana. Nel frattempo i carabinieri della compagnia di Avellino, come da prassi, hanno sequestrato la cartella clinica della giovane. I militari hanno anche ascoltato medici ed infermieri del reparto di neonatologia del “Moscati”. E su delega del pm della Procura della Repubblica di Avellino il sostituto procuratore Paola Galdo, hanno traslato la salma della bimba presso la sala mortuaria del Moscati dove si trova a disposizione dell'autorità giudiziaria. Sequestrata anche la placenta.