amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

Solofra, Ferrante (Asl): "I primari facciano il loro dovere. La politica non li protegga"

Mario Ferrante, Asl
Il consiglio provinciale di Avellino ha discusso il nuovo piano di riorganizzazione ospedaliera elaborato dal commissario regionale Joseph Polimeni, attualmente all'attenzione dei ministeri della Salute e dell'Economia.
Più di una posizione critica tra i sindaci presenti in assise, le loro proposte sono state incluse in un documento votato all'unanimità dal Consiglio Provinciale che sarà recapitato in Regione e al governo centrale tramite il ministero della Salute. Tra le richieste:
  •  il recupero del trenta per cento dei medici perso con il blocco del turn over e attualmente destinato all'area napoletana ora che le assunzioni sono state programmate; 
  • l'attenzione da destinare ai servizi sanitari privati affinché vadano ad integrarsi con il pubblico lì dove quest'ultimo è carente; 
  • la deroga del raggiungimento di un tetto di 500 parti per la conservazione del punto nascita; 
  • il riconoscimento di Dipartimento d'Emergenza e Accettazione (DEA) di primo livello per l'ospedale di Ariano Irpino. 
Malcontento dei sindaci per quanto riguarda Solofra e Bisaccia.  A margine dell'assise arriva la risposta di Mario Ferrante commissario Asl: "I primari pensino a fare il proprio dovere – dichiara – non accetto che quando gli viene chiesto di andare in sala operatoria non vadano. Le prestazioni straordinarie sono pagate per cui cominciamo attingendo a quello che c'è perché non si possono conferire risorse all'infinito senza che arrivino risultati adeguati. Vero che è compito dell'Asl – conclude – incaricarsi dell'organizzazione, ma se i primari vengono protetti dalla politica è complicato per me fare il mio mestiere".