amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

A Montoro e Solofra due centri per disabili

Disabilità
Due importanti appuntamenti per il Consorzio dei Servizi Sociali A5 di Atripalda. Prima a Solofra per la riapertura del centro per disabili fisici “Melina Martella”. Successivamente a Montoro per l’inaugurazione di un nuovo centro per disabili fisici in località Caliano. Alle due iniziative hanno partecipato i sindaci dei rispettivi comuni, MICHELE VIGNOLA, sindaco di Solofra e MARIO BIANCHINO, sindaco di Montoro, la responsabile della cooperativa che gestisce i servizi, SPERANZA MARANGELO, il direttore generale del Consorzio A5, CARMINE DE BLASIO e il presidente della commissione regionale politiche sociali, TOMMASO AMABILE. “E’ una soddisfazione vera – ha dichiarato il consigliere regionale, TOMMASO AMABILE – incontrare realtà del territorio regionale dove i servizi sociali esistono e l’organizzazione funziona bene. Sin dal primo giorno di Consiliatura regionale si è voluto dimostrare una concreta attenzione al Sociale con il fondo specifico sulla disabilità e si proseguirà con maggiore determinazione in questa direzione anche con la legge regionale sul “Dopo di Noi”.