Primo Piano

“Senza blocco dei licenziamenti in Irpinia 8mila esuberi. Rischia anche Solofra”

L’emergenza economica e sociale. “Se non sarà prorogato il blocco dei licenziamenti, in Irpinia si conteranno circa 8mila esuberi. Un dramma nel dramma che non potremo sopportare”.

Inquinamento e Salute, Montoro e Solofra nello screening della Regione

Solofrana
Montoro e Solofra nel progetto Spes (studio di esposizione nella popolazione suscettibile), finanziato dalla Regione Campania. Saranno stabilite possibili connessioni con inquinanti ambientali, prima ancora dell’incidere delle patologie. “Sarà un’operazione verità – afferma il governatore De Luca – Con la nuova programmazione dei fondi europei 2014-2020 che presenteremo il 21 marzo, avremo 5 miliardi di risorse disponibili. E un miliardo è per la ricerca”. Servirà un anno per la raccolta dei dati e l’interpretazione.
Il monitoraggio dovrebbe andare avanti per almeno 3-5 anni ma dipenderà dai fondi disponibili. “Dopo lo screening, i primi 1.000 risultati a rischio saranno seguiti al Secondo Policlinico”, precisa Francesco Cacciatore, medico del team di esperti. “Mettiamo a disposizione le migliori competenze della Federico II”, afferma il rettore Gaetano Manfredi. Nel progetto sono coinvolti vari Enti scientifici. L’istituto zooprofilattico meridionale assieme al Pascale, il Cnr di Pisa, Avellino e Faenza, l’università di Napoli e quella di Milano, l’istituto superiore di sanità, il comitato interministeriale sulla Terra dei fuochi. “Dopo il nostro studio su 4.400 campioni prelevati dai suoli – spiega Antonio Limone, commissario del’istituto zooprofilattico – Con 20 mila dati abbiamo stabilito che le produzioni alimentari non sono contaminate”. Le aree di studio saranno tre: alto, medio e basso impatto. Alcuni Comuni della provincia di Avellino (Montoro e Solofra) ricadranno nella fascia del medio impatto mentre altri (Calabritto, Senerchia e Caposele) nell’area a Basso impatto.

amazon