Primo Piano

“Senza blocco dei licenziamenti in Irpinia 8mila esuberi. Rischia anche Solofra”

L’emergenza economica e sociale. “Se non sarà prorogato il blocco dei licenziamenti, in Irpinia si conteranno circa 8mila esuberi. Un dramma nel dramma che non potremo sopportare”.

Asilo nido pubblico, per il prossimo anno scolastico l'apertura

Scuola
Sta per diventare realtà il progetto dell'asilo nido comunale pubblico. Lo spazio nascerà nei locali dell'ex mensa del centro sociale di via Melito a Solofra. L’intero intervento, che vede come Ente appaltante il Comune di Solofra, è realizzato in sinergia con il Consorzio Servizi Sociali Ambito A/5, presieduto dal presidente Paolo Spagnuolo (sindaco di Atripalda) e coordinato dal direttore Carmine De Blasio. "Siamo davvero a buon punto” – dichiara soddisfatto Vignola. “Contiamo per il prossimo anno scolastico – continua – di rendere la struttura perfettamente fruibile e funzionante”. Un percorso, quello dell'asilo nico comunale pubblico che era stato seguito nelle sue fasi iniziali dall'ex assessore alla pubblica istruzione ora consigliere comunale di minoranza Agata Tarantino. Il nido prevede la possibilità di ospitare un numero pari a 45 bambini, suddivisi in due gruppi, di cui nove lattanti e trentasei divezzi. Grazie alla poca differenza di età, pur lasciando strutturalmente divise le due sezioni, esse sono state poste in adiacenza, divise da una parete mobile che consentirà ai due gruppi di unirsi in determinati momenti didattici delle attività giornaliere. Ciascuna sezione sarà organizzata in lattanti (lo spazio destinato ad essi è suddiviso in quattro locali destinati rispettivamente al soggiorno pranzo e attività ludiche, al riposo, alla pulizia e cambio e una cucinetta- tisaneria in comune con il gruppo dei divezzi), divezzi (la sezione è identica a quella dei lattanti). Ed ancora sezione servizi (deposito passeggini, accettazione, ambulatorio medico, oltre ad una lavanderia-stireria, una cucinetta, un ripostiglio ed un deposito), personale (locale pluriuso per la preparazione delle attività didattiche, spogliatoio, servizi igienici compreso di servizio igienico per disabili). La distribuzione interna degli ambienti è studiata in maniera tale da consentire una separazione tra il settore didattico e quello dei servizi. Sarà un’agenzia educativa con la mission di soddisfare i bisogni affettivi, relazionali, cognitivi dei bambini oltre che la loro cura. L’obiettivo è dunque quello di sviluppare in modo armonico ed integrato tutte le potenzialità del bambino

amazon