Primo Piano

"Ospedale Landolfi, ai cittadini non serve la demagogia di qualche sindaco imbecille"

Il consiglio comunale sull'ospedale Landolfi di Solofra conclusosi con la riaffermazione di un secco "no" alla chiusura del pronto soccorso così come stabilito dall'ultima delibera della giunta regionale. Oggi arriva la risposta del governatore della Regione Campania che rimette in riga qualche "sindaco imbecille" e di chi "pensa di fare voti sulla pelle dei cittadini". "Il 30 giugno definiamo gli atti aziendali con le nuove funzioni che destiniamo anche all'ospedale di Solofra, ha detto il governatore nella sua consueta diretta Facebook del venerdì. A Solofra avremo la procreazione medicalmente assistita. Realizziamo un day surgery cioè una struttura per la piccola chirurgia. La grande chirurgia va al Moscati, non per cattiveria ma semplicemente perchè in questo modo si salva la vita delle persone. Perchè un conto è fare demagogia e dire imbecillità. Un altro conto è mandare in un reparto un cittadino che ha un problema serio ed anzichè m

Acqua, il primo vagito dell'Ente idrico campano. Approvato e pubblicato lo statuto

Acqua
E' stato pubblicato del Burc della Regione Campania lo statuto dell'Ente idrico Campano ovverosia l'ente di governo del servizio idrico visto che si occupa della gestione delle risorse idriche, dell'organizzazione, affidamento e controllo della gestione del servizio idrico integrato, della programmazione e tutela di acquedotti, fognature, impianti di depurazione e altre infrastrutture idriche di pubblica utilità. Ed ancora di predisporre, aggiornare ed approvare il piano d'ambito, per ogni Ambito distrettuale affida la gestione del servizio idrico integrato al soggetto
gestore sulla base delle indicazioni di ciascun consiglio di distretto.
Sono organi dell’ EIC: il Presidente; il Comitato esecutivo; il Direttore generale; i Consigli di distretto (sono eleggibili a consigliere di distretto i sindaci in carica al momento dell’indizione dell’elezione o delegati da loro designati); il Collegio dei revisori dei conti. Le spese di funzionamento dell’EIC gravano sulla tariffa del servizio idrico integrato. In fase transitoria l'EIC fa fronte alle spese di funzionamento con i proventi posti a carico dei soggetti gestori e ricompresi in tariffa; con i contributi già attualmente riconosciuti, a qualsiasi titolo, dai Comuni a favore degli Enti d'ambito in liquidazione.
Per quanto riguarda la composizione dei Consigli di distretto, all'ambito distrettuale Calore Irpino(vi ricadono tra gli altri Solofra e Montoro) toccano 30 seggi che saranno ripartiti in questo modo: 5 seggi per i comuni oltre i trentamila abitanti (due comuni ricadono in questa fascia), i 23 comuni della fascia che comprende quelli con popolazione tra i cinquemila ed i 29,999 dovranno spartirsi 9 seggi. I comuni fino a 4,999 abitanti (169) si spartiranno invece 16 seggi.
Nel Comitato esecutivo l'ambito Calore Irpino potrà esprimere 2 componenti (da statuto un componente ogni trecentocinquantamila abitanti residenti nel distretto)
5 toccano al consiglio di distretto di Napoli, 4 al consiglio di distretto sarnese-vesuviano, 2 al Sele, 2 al Terre di lavoro. A questi si vanno ad aggiungere i cinque coordinatori dei consigli di distretto.
Il Comitato esecutivo si occupa, tra le altre cose, dell’adozione del Piano d'ambito regionale;
dell’approvazione della forma di gestione nei singoli ambiti distrettuali definita dai Consigli di
distretto; dell’elaborazione, sentiti i Consigli di distretto e le Autorità competenti, del bilancio idrico
diretto ad assicurare l'equilibrio fra le disponibilità di risorse reperibili o attivabili nell'area di

riferimento ed i fabbisogni per i diversi usi;  

amazon