amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

Telefonate anonime ed offese alla compagna dell'ex fidanzato. Denunciata 40enne

Telefonate anonime
È costato caro ad una 40enne di Montoro aver tempestato di telefonate la compagna del suo ex fidanzato. Telefonate farcite di epiteti ingiuriosi e anche di pesanti volgarità. I Carabinieri della Compagnia di Baiano hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria, una 40enne di Montoro ritenuta responsabile di numerosi episodi di molestie telefoniche. In particolare, i militari della Stazione di Montoro Superiore, al termine di attività d’indagine sono riusciti a risalire all’identità della donna che, per diversi mesi, effettuava numerose telefonate alla vittima, 39enne del luogo, durante le quali proferiva parole offensive e versi volgari. Telefonate che avvenivano ad ogni ora del giorno e della notte e che sono perdurate per diverso tempo.
Non potendo più sopportare questo crescendo quotidiano di molestie, la donna si è rivolta ai Carabinieri che sono venuti a capo della vicenda, identificando la persona autrice delle telefonate anonime. Lo sviluppo dell’attività investigativa consentiva agli uomini dell’Arma di ricostruire come il movente fosse la gelosia: la molestatrice non tollerava la relazione sentimentale che il suo ex fidanzato e la vittima avevano allacciato. Grazie all’operato dei Carabinieri, la condotta vessatrice della donna è stata interrotta: per la stessa scattava dunque la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo.