Primo Piano

“Senza blocco dei licenziamenti in Irpinia 8mila esuberi. Rischia anche Solofra”

L’emergenza economica e sociale. “Se non sarà prorogato il blocco dei licenziamenti, in Irpinia si conteranno circa 8mila esuberi. Un dramma nel dramma che non potremo sopportare”.

Fiordellisi e Bianchino: "Che errore se Solofra resta fuori dall'Area Vasta"

Franco Fiordellisi
“Il fatto che la città di Solofra, epicentro del Distretto Conciario, si tiri fuori dall’area vasta Irpina dovrebbe aprire un vero e serrato dibattito su questo strumento di governo del territorio, considerando che negli anni scorso il 'protagonismo' del sindaco di Mercato San Severino e assessore regionale sul versante dei progetti finanziati per il suo comune, la scelta del sindaco di Solofra potrebbe essere quantomeno debole se non estremamente deleteria in prospettiva”. Così in una nota Franco Fiordellisi segretario provinciale Filctem Cgil. “La pianificazione strategica che avanza, e di cui abbiamo conoscenza, riguarda temi che nell’ultimo decennio come Filctem Cgil abbiamo più volte richiamato e richiesto. Gli assi portanti sono: sistemazione della ferrovia e sua elettrificazione da Benevento-Avellino-MercatoS.S.-Salerno per trasporto merci passeggeri; -Intermodalità e retroportualità per Pianodardine-Avellino, Solofra-Montoro, Mercato S.S., utilizzando aree industriali dismesse es. Ex Map, exJuliani, Albatros, ecc.; Riorganizzazione funzionale ed opertiva Servizio Sanitario cioè dell'Ospedale Landolfi e delle strutture sanitaria pubbliche pubbliche convenzionate; rafforzamento dell’Istruzione pubblica con Centri Alta Formazione, azioni mirate di riqualificazione professionale cioe' politiche attive per il lavoro e la conoscenza, così da dare sostegno efficace alle realtà produttive locali dando sollievo ai lavoratori espulsi dal ciclo produttivo; Ambiente con la difesa del suolo, delle falde acquifere, quindi finalmente si vuol intervenire per il disinquinamento della falda Montoro-Solofra recuperandone la piena fruibilità". "Se davvero sono queste le idee/progetti avremmo un territorio che assicura un buon livello di qualità della vita per i cittadini grazie ad un sistema di infrastrutture per la mobilità, dei servizi, di produttività che garantiscono un un futuro sostenibile . Per questo occorre definire il perimetro dell’area vasta che includa anche Solofra, permettendo di raggiungere un massa critica necessaria all’agire strategico, che non nasconda le criticità ma che anzi pensa di risolvere proprio nel programma di pianificazione. Come Organizzazione Sindacale chiediamo di essere coinvolti nel processo decisionale che potrebbe portare Solofra a non essere nell’area vasta, perché questa decisione interverrà, in seguito, sulla qualità dei servizi, sulla capacità di produzioni di beni pubblici collettivi, sulle politiche del Welfare urbano,sui livelli di sicurezza sociale, negli ambiti urbani caratterizzati da degrado fisico e sociale, sulla qualità ambientale, sul posizionamento competitivo della città e dell’area urbana in termini di capacità di attrazione dei nuovi investimenti e di innovazione”.
Mario Bianchino
Ed il primo cittadino di Montoro Mario Bianchino ha espresso apprezzamento per le posizioni espresse da Franco Fiordellisi segretario della Filctem Cgil. "Siamo in perfetta sintonia, ha spiegato l'inquilino di palazzo dell'Annunziata. Non riusciamo ad ipotizzare azioni di risanamento e riqualificazione ambientale oltre che di mobilità e di sviluppo senza il concorso attivo e la partecipazione di Solofra. Auspichiamo che converga presto".

amazon