Primo Piano

"Ospedale Landolfi, ai cittadini non serve la demagogia di qualche sindaco imbecille"

Il consiglio comunale sull'ospedale Landolfi di Solofra conclusosi con la riaffermazione di un secco "no" alla chiusura del pronto soccorso così come stabilito dall'ultima delibera della giunta regionale. Oggi arriva la risposta del governatore della Regione Campania che rimette in riga qualche "sindaco imbecille" e di chi "pensa di fare voti sulla pelle dei cittadini". "Il 30 giugno definiamo gli atti aziendali con le nuove funzioni che destiniamo anche all'ospedale di Solofra, ha detto il governatore nella sua consueta diretta Facebook del venerdì. A Solofra avremo la procreazione medicalmente assistita. Realizziamo un day surgery cioè una struttura per la piccola chirurgia. La grande chirurgia va al Moscati, non per cattiveria ma semplicemente perchè in questo modo si salva la vita delle persone. Perchè un conto è fare demagogia e dire imbecillità. Un altro conto è mandare in un reparto un cittadino che ha un problema serio ed anzichè m

Solofra, rete idrica: risveglio "a secco" per le zone alte della città

Acqua
Risveglio "a secco" per i cittadini della zona alta del territorio solofra: via Panoramica Turci, via Toppolo, via Caposolofra. Niente acqua o fornitura estremamente ridotta. Un disagio che ha interessato le prime ore della mattinata con l'erogazione di acqua potabile che si sta progressivamente andando regolarizzando. Una situazione non nuova per i cittadini di questa parte del territorio solofrano. L'emergenza tetracloroetilene, scoppiata due anni fa ormai, ha comportato la chiusura del pozzo idrico di località Consolazione che garantiva il maggior apporto di acqua alla rete che proprio per questo motivo nei periodi di "secca" della falda, come è quello attuale, va in affanno. Il comune ha previsto la realizzazione di un nuovo pozzo idrico in località Scorza ma i lavori sono iniziati da poco tempo. Per la realizzazione e la messa in esercizio del nuovo pozzo idrico si preannunciano tempi ancora lunghi. Resta invece lettera morta l'attuazione del piano di caratterizzazione della falda, passaggio preliminare per la bonifica. Dopo una corsa a fare presto per predisporre il piano ci si è trovati a veder sfumare le risorse perchè legate all'accelerazione della spesa e come tali da rendicontare entro la fine del 2015. Si dovrà ora attendere una nuova ripartizione di risorse.

amazon