amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

Solofra, l'info point in mano ai vandali

L'info point a Scorza
Ed alla fine arrivarono i vandali ed i danni alla struttura. Ignoti hanno fatto crollare il muro perimetrale, costruito con mattoni in tufo, di alcune spazi dell'info point alla località Scorza. Si tratta dell'ultimo capitolo di una serie di episodi che hanno avuto per protagonista il cantiere nato alla periferia della cittadina conciaria. I lavori sono fermi da tempo e questo ha lasciato campo libero ai “soliti ignoti” che hanno danneggiato, preso a calci, usato la copertura del nascituro punnto turistico come un tiro a segno improvvisato. Vince chi riesce a lanciare più mattoncini sulla tettoia. Ovviamente i mattoncini sono quelli che vengono strappati via dalla pavimentazione. Della recinzione che delimitava il cantiere non c'è più traccia. Ed anche il cartello di cantiere è stato danneggiato ed imbrattato con vernice spray. Le pietre che erano state utilizzate per decorare le sedute sono state in buona parte rimosse. Alcune portate via altre lanciate tutto intorno. Un triste spettacolo per uno spazio che avrebbe dovuto rappresentare una occasione di promozione e rilancio del territorio. I guai dell'info point sono iniziati nello scorso mese di febbraio quando, a seguito di un controllo dei carabinieri, scattò lo stop ai lavori. Due operai di una ditta subappaltatrice non risultarono essere in regola con la normativa sul lavoro. I lavori si fermarono. E si fermarono anche perchè, a seguito di ulteriori verifiche, emerse che l'intervento non aveva ottenuto l'autorizzazione paesaggistica necessaria per un cantiere che interessa un'area boschiva, vicino ad un piccolo torrente. E nella fascia di territorio a ridosso del parco dei Monti Picentini. Il comune di Solofra si è attivato per cercare di superare la situazione di stallo e far ripartire i lavori. Fatto sta, però, che da febbraio ad oggi nulla è cambiato.
L'info point di Scorza
 Il circolo cittadino di Legambiente aveva chiesto al sindaco quali intenzioni avesse il comune rispetto all'info point "La misura 313, in cui ricade l’opera andava rendicontata entro e non oltre il 15 novembre 2015. Quindi come Circolo di Legambiente chiediamo quali saranno le azioni prossime che l’amministrazione intende adottare, per ripristinare la compatibilità ambientale dell’area, visto lo stato dei luoghi, e la sospensione dei lavori, considerata la valenza paesaggistica e della memoria storico-culturale della località 'Scorza'". Il sindaco Vignola dal canto suo aveva assicurato che c'è la volontà di completare l'opera e che al momento i fondi per l'info point non sono stati revocati. E che si sta lavorando con la Regione per far ripartire i lavori. Nel frattempo l'unica certezza sono i danni che i vandali continuano a fare.