amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

Pitbull contro un ispettore di polizia. Quattro a giudizio

Tribunale di Avellino
Pitbull contro ispettore della Squadra Mobile che doveva effettuare una perquisizione. Ora dovranno essere sottoposti ad un procedimento giudiziario. Nei loro confronti, i quattro sono tutti familiari conviventi di un pregiudicato 62enne residenti a Solofra, è arrivata una citazione diretta. La vicenda è avvenuta nel giugno del 2010 a Solofra. Dopo che gli agenti della Sezione Antidroga avevano bussato all’abitazione per segnalare che dovevano effettuare una perquisizione domiciliare, si sarebbero portati al primo piano dell’abitazione, dove c’era una porta di ingresso alla stessa.
Nel fare questo, anche per agevolarsi rispetto al controllo che da lì a breve stavano per condurre gli agenti della Squadra Mobile, la donna avrebbe lasciato incustodito un cane di grossa taglia, un pitbull. Tutto, secondo l’accusa da parte della Procura, anche per precludere l’ingresso alle forze dell’ordine all’appartamento. Determinando tra l’altro anche la naturale offesa contro gli agenti della Sezione Antidroga della Mobile. Infatti, in quella occasione, il cane di grossa taglia aveva azzannato all’avambraccio destro l’ispettore, coordinatore della Squadra Antidroga della Questura di Avellino. Lesioni gravi, quelle procurate dal contatto con il cane, 119 giorni di prognosi quelli rimediati dal sottufficiale della Ps dopo l’episodio. In un primo momento era stato denunciato il pregiudicato verso cui era indirizzato il controllo da parte della Mobile. Sulla base delle ulteriori attività la Procura ha iscritto nel registro degli indagati altre tre persone.