amazon

Primo Piano

Montoro, pusher in manette. Sequestrati 9 grammi di eroina

Montoro, i carabinieri arrestano uno spacciatore e denunciano acquirente. Le manette sono scattate ai polsi di un 40enne del posto, denunciato in stato di libertà un incensurato 35enne della provincia di Salerno, ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari, hanno notato i due soggetti seduti al tavolo di un bar e, dopo averne scrutato i movimenti, li hanno bloccati nel momento in cui è stata ceduta la droga. Sequestrate 14 dosi di eroina e 165 euro in contanti. Nella perquisizione domiciliare, nascosta in camera da letto del 40enne, trovata altra eroina.  La droga, per un peso complessivo di circa 9 grammi, è stata sottoposta a sequestro. Il 40enne, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto e su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, sottoposto ai domiciliari. Alla medesima Autorità Giudiziaria è stato invece deferito in stato di libertà il 35enne.

amazon

A Solofra arriva il tour rifiuti zero

Rifiuti zero, la tappa di Solofra
“Ora i fondi ci sono, se non risolvi la questione della Terra dei Fuochi sei un personaggetto”. E' la sfida lanciata da Matteo Renzi a Vincenzo De Luca dal palco della Leopolda. Ma le criticità ambientali della Regione Campania possono essere risolte con una battuta? Lo abbiamo chiesto a Pino Apicella rappresentante nazionale di Zero Waste Italia. “Diciamo che questa sfida a De Luca da parte di Renzi, dopo che il suo Governo ha approvato lo Sblocca Italia, è un po' ridicola. Il governatore De Luca, in materia di rifiuti, porta avanti la linea degli inceneritori e si rifiuta di trovare una strada alternativa. Eppure la soluzione 'rifiuti zero' noi la stiamo suggerendo ormai da cinque anni. Abbiamo proposto a Caldoro, e lo stiamo facendo anche con la giunta del governatore De Luca, di 'sballare' le ecoballe e recuperare tutto ciò che è ancora recuperabile. Se in Campania si parla ancora di rifiuti vuol dire che la politica si muove ancora secondo un paradigma completamente sbagliato che non va nella direzione del rispetto delle leggi di nostra madre terra”. Ecoballe e Terra dei fuochi ma anche le trivelle in Irpinia. E proprio sulla questione delle trivelle si è consumato un paradosso politico. Mentre il Pd ed il Governo nazionale ha approvato lo Sblocca Italia che apre alle trivelle. A livello locale il governo regionale, dove il Pd è maggioranza, appoggia il referendum contro le trivelle: “Il fatto è, rilancia Apicella, che evidentemente c'è una frattura nella classe politica italiana. C'è una politica che ancora dimostra di avere attenzione nei confronti del territorio ed un'altra che invece è più attenta alle richieste che arrivano dalle lobby”. Zero Waste quest'anno ha ampliato il suo raggio di azione non solo buone pratiche in materia di rifiuti ma anche valorizzazione del territorio. “In questa battaglia noi dobbiamo avere il coraggio di sorridere e di lasciare l'impronta che un futuro che sia sempre bello. Il punto di vista principale della nostra azione resta sempre la stessa: la lotta contro le discariche, la lotto contro gli inceneritori che non sono la soluzione ma semplicemente un modo per nascondere un problema, il rifiuto, e di nasconderlo sotto terra nel caso elle discariche o bruciarlo negli inceneritori.
Rifiuti zero
Noi con Zero Waste proponiamo un approccio completamente differente che va nella direzione della salvaguardia del territorio e della sua valorizzazione attraverso le sue eccellenze”. Il modello propugnato da Zero Waste è insomma quello dell'economia circolare che prevede innanzitutto che vengano utilizzate in modo massiccio le fonti di energia rinnovabile (elemento centrale della sostenibilità); che ci sia un grande passaggio di informazioni tra i diversi soggetti economici. Serve anche una forte capacità di innovazione e servono anche prodotti disegnati in maniera efficiente, che durino nel tempo e che nella loro interezza o nelle loro singole parti possano essere riciclabili o riutilizzabili in altre forme. Ad esempio: le bottiglie dovrebbero essere fatte in modo da rendere più semplice il riutilizzo, piuttosto che il riciclo. Un telefono cellulare dovrebbe essere costruito in modo da rendere semplice ed economico riciclarne i pezzi e recuperarne i materiali rari. Questi prodotti dovrebbero inoltre avere dei prezzi accessibili per il consumatore.