Primo Piano

Vaccino anticovid, 10mila dosi inoculate grazie a Confindustria ed alle aziende - anche solofrane -

(COMUNICATO STAMPA) Lo scorso marzo Confindustria nazionale ha avviato un’ indagine per individuare le imprese pronte a diventare “fabbriche di comunità” quindi idonee per ospitare siti vaccinali. Confindustria Avellino si è attivata prontamente ed ha iniziato a prendere i primi contatti con Maria Morgante, direttore generale dell’Asl, per conoscere le modalità operative di svolgimento della campagna vaccinale nel rispetto delle prescrizioni sanitarie e per essere preparati ed organizzati non appena sarebbe stato possibile iniziare le vaccinazioni.

Solofra, che pasticcio in Consiglio comunale!

Palazzo Orsini
Non c'è che dire la vicenda delle dimissioni-non dimissioni del consigliere Pasquale Gaeta rischia di tramutarsi in un bel pasticcio amministrativo. Cosa è successo? A fine luglio Gaeta indirizza una lettera al sindaco nella quale dice di voler rinunciare alla deleghe assegnateli e nel contempo rimette nelle mani del sindaco la carica di presidente del consiglio comunale.
Passa qualche giorno ed il primo cittadino lo invita a desistere dalla sua decisione. Ad inizio agosto Gaeta fa un passo indietro e quindi tutto come prima. Nell'ultima seduta del civico consesso la questione si è però riproposta. Alla fine, tra i dubbi della minoranza rispetto alla legittimità della seduta, i lavori dell'assise proseguirono. In quella seduta fu approvato il bilancio di previsione.
Nicola Moretti
Qualche giorno dopo la seduta il consigliere Moretti, era stato lui a sollevare il caso in consiglio, ha trasferito la questione al Prefetto di Avellino Lo stesso consigliere Gaeta ha comunicato al Prefetto la sua volontà di "ritenere la carica di presidente del consiglio". Nella sua missiva il Prefetto ha evidenziato come "in mancanza di specifica disciplina statutaria o regolamentare" alle dimissioni del Presidente del Consiglio comunale si applica il regime previsto per le dimissioni del consigliere comunale "che ne prevede l'immediata efficacia ed irrevocabilità una volta portate a conoscenza del destinatario mediante l'acquisizione al protocollo dell'ente".
Pasquale Gaeta
"Con la registrazione al protocollo la dichiarazione di volontà del dimissionario esce dalla sua sfera di disponibilità". Questo vuol dire che una volte acquisite al protocollo le dimissioni diventano "efficaci ed irreversibili risultando irrilevante la circostanza della presentazione delle dimissioni al sindaco anzichè al consiglio". Ed ancora. "La presa d'atto delle dimissioni del presidente del consiglio comunale sembrerebbe non una condizione di efficacia delle dimissioni quanto un atto dovuto del consesso che potrebbe anche confermare nuovamente il dimissionario nella stessa carica elettiva". A preoccupare a questo punto sono i possibili riflessi sulla validità dell'ultima seduta di consiglio comunale e degli atti che in quella occasione furono adottati a cominciare dalla validità del bilancio di previsione relativo all'anno 2015.

amazon