Primo Piano

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto, ecco cosa si può fare e cosa no

Green pass obbligatorio dal prossimo sei agosto. Il governo ha approvato le nuove regole. La certificazione deve essere mostrata da tutti i cittadini di età superiore ai 12 anni. Sono esentati “i soggetti che hanno idonea certificazione medica”.

Solofra, accadde il 21 settembre 1943

Le "Fortezze volanti"
Accadde il 21 settembre del 1943. Verso mezzogiorno Solofra fu oggetto di una incursione aerea condotta in una prima ondata da 18 apparecchi ed in una seconda, a brevissimo intervallo dalla prima, da 12 aerei. La zona colpita fu quella estrema orientale, alla periferia dell'abitato, nella quale aveva trovato rifugio la popolazione, essendo molto lontano dalle strade di traffico e da ogni presumibile obiettivo militare. Nei giorni precedenti, il 17 ed il 18 settembre, l'incursione del 21 settembre Solofra fu fatta oggetto di qualche isolato sganciamento di bombe. Molti solofrani si accamparono nelle zone alte sui monti. Furono occupate le località Campo del lontro, i Cappuccini e la Scorza. Il giorno 20 settembre il cielo di Solofra fu solcato da diversi ricognitori che notarono l’accampamento, ma non capirono che era di civili. Il giorno 21 un poco prima di mezzogiorno un aereo disegnò un cerchio nel cielo là dove c’erano i solofrani accampati. Furono 200 i morti provocati dalle bombe piovute sulla città. Distrutto il rione Sorbo, in rovina i Balsami, abbattuta un’ala del Monastero di S. Teresa dove morirono tre suore, mentre illesa rimase la chiesa. Distrutto il palazzo del dott. Ronchi e della famiglia Landolfi. Intatta resto la chiesa del Convento dei Cappuccini, mentre la via che porta a quel luogo fu disseminata di morti. Distrutto fu pure l’ospedale Landolfi senza vittime.

amazon