Primo Piano

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto, ecco cosa si può fare e cosa no

Green pass obbligatorio dal prossimo sei agosto. Il governo ha approvato le nuove regole. La certificazione deve essere mostrata da tutti i cittadini di età superiore ai 12 anni. Sono esentati “i soggetti che hanno idonea certificazione medica”.

Il paradosso: L'Irpinia delle sorgenti che lascia i cittadini con i rubinetti "a secco"

Acqua
Era il mese di marzo del 2015 quando realizzai questa intervista a Lello de Stefano, presidente dell'Alto Calore Servizi. Ad oggi, agosto 2015, la situazione è rimasta pressoché immutata.
E con i mesi caldi sono arrivate puntuali le interruzioni della fornitura idrica. E tutto questo accade nell'Irpinia delle sorgenti idriche che ha l'acqua per alimentare gli acquedotti di altre regioni ma che non riesce a soddisfare il fabbisogno dei suoi cittadini.

E di recente proprio il presidente dell'Acs Lello De Stefano in una nota ha evidenziato la situazione di grave criticità che il sistema idrico Alto Calore sta affrontando: "Alto Calore Servizi Spa ha pianificato interventi significativi per ottimizzare la risorsa disponibile (comunque non sufficiente per l’utenza servita) e per assicurare una distribuzione equa e senza particolarismi alle comunità servite.Alto Calore Servizi SpA ha, in particolare, interessato della situazione emergenziale in atto la Struttura Tecnica di Missione della Giunta Regionale della Campania, diretta dall’ing. Angelo Pepe, la quale ha immediatamente disposto una integrazione delle portate da inserire nel sistema Alto Calore con prelievo dall’acquedotto del Serino.
Sorgenti
Di tale importante apporto ne hanno beneficiato gran parte dei Comuni situati in prossimità dei punti di interscambio e, in particolare, i Comuni irpini e sanniti della Valle Caudina e Telesina.
Inoltre la sensibilità mostrata dall’Acquedotto Pugliese SpA, nell’integrare le portate per i Comuni di Scampitella e Vallesaccarda con circa 10l/sec. ha consentito di ridurre il bacino d’utenza dipendente dalle sorgenti di Cassano Irpino, mettendo a disposizione della restante comunità la relativa portata. I provvedimenti assunti, il senso di responsabilità e la disponibilità mostrata sia da ABC (ex ARIN) che da AQP, non si sono rilevati sufficienti a causa del perdurare dello stato emergenziale nella Piana Montorese-Solofrana, che costringe attualmente Alto Calore Servizi SpA a rinunciare ad una portata variabile tra 90-100l/sec.
Per i fatti descritti, sia climatici che d’inquinamento della Piana di Montoro, che sta producendo conseguenze ben più gravi di quelle inizialmente ipotizzate e che impone agli Organismi competenti di assumere urgentemente determinazioni definitive, il Presidente Raffaello De Stefano ha nuovamente interessato i Prefetti di Avellino e Benevento e la Struttura di Missione della Regione Campania, per richiedere una fornitura suppletiva da parte di AQP, dalle risorse idriche che Acquedotto Pugliese già capta dal territorio Irpino.
Essa costituisce allo stato l’unica soluzione realisticamente possibile e di immediato impatto per assicurare la continuità e una migliore regolarità del servizio alle popolazioni Irpine e Sannite".

amazon